Tragedia scampata all'Ospedale Bambin Gesù di Roma. Una madre trentenne ha tentato di uccidere la figlia, ricoverata al centro medico per problemi fisici, inserendo del benzodiazepine nel biberon. La donna, denunciata e arrestata dai carabinieri di Trastevere accorsi sul luogo del tentato omicidio, avrebbe per ben due volte tentato l'assassinio della figlia, provocandole due arresti cardiorespiratori. La bambina, salvata in extremis dai medici del centro ospedaliero romano, è ora salva e non corre alcun pericolo di vita.

Crisi coniugale

La giovane madre, secondo quanto riferito dalle autorità alla stampa, avrebbe tentato l'omicidio della piccola a causa della crisi coniugale con il marito.

La donna, infatti, per attirare l'attenzione del compagno oramai distante e assente dai rapporti di coppia, avrebbe tentato l'uccisione della figlia, di soli tre anni, inserendo una quantità ingente di sedativi all'interno del biberon. I fatti, accaduti per ben due volte durante il trascorso mese di dicembre, hanno rischiato di far morire la bambina, salvata in entrambe le occasioni dai sanitari dell'ospedale romano che, una volta effettuati gli esami alla piccola, hanno scoperto tracce di sedativi non prescritti nella cura prevista e denunciato il tutto ai carabinieri della capitale. Le indagini hanno condotto quest'oggi all'accusa e all'arresto della giovane madre, residente a Roma ma originaria di Napoli.

Sospensione potestà genitoriale

Già in data 28 dicembre 2016 il Tribunale per i Minorenni di Napoli aveva notificato una sospensione di potestà genitoriale estesa ad entrambi i genitori della bambina.

I migliori video del giorno

La coppia, sulla quale vigeva una divieto di avvicinamento alla protagonista della vicenda e alle due sorelle più piccole, era già sospettata dagli inquirenti e, le tre figlie, erano state affidate ai servizi sociali campani. La madre trentenne, rintracciata dalle forze dell'ordine nella sua abitazione del Napoletano, è stata condotta quindi quest'oggi al carcere femminile di Pozzuoli, con l'accusa di tentato omicidio della figlia di tre anni.