L'Aquila. Valanga si abbatte sull'hotel Rigopiano di Farindola sull'Hotel Gran Sasso, si temono feriti sotto le neve. Mezzi di soccorso in arrivo da ogni angolo della provincia stanno raggiungendo l'albergo dove al momento ci sarebbero una ventina di clienti. Sono stati proprio due di loro a lanciare l'allarme chiedendo l'intervento immediato degli aiuti.

Forti nevicate e collegamenti bloccati

La situazione meteorologica non migliora in abruzzo.

La neve continua a cadere in tutta la Regione e la situazione dei piccoli comuni provati anche dal Terremoto è preoccupante. Codice rosso sull'A24 e l'A25. Strada dei Parchi ha bloccato la viabilità per i mezzi pesanti e continua ad aprire a intermittenza i caselli autostradali. Al momento la situazione più preoccupante è tra Tornimparte e il bivio A24 strada statale 80 e sull'A25 tra le uscite di Pescina e Bussi-Popoli.

Chiuse invece per forti nevicate la strada statale 80 “del Gran Sasso d’Italia” tra le province di Teramo e L’Aquila, a causa di una bufera di neve, strade statali 696 “del Parco Regionale Sirente-Velino” e 5 “Tiburtina Valeria” in provincia dell’Aquila”. Per permettere ai mezzi spazzaneve di raggiungere le popolazioni colpite dal terremoto l'Anas è in azione sulla strada statale 260 “Picente”. Difficili, infatti, sono anche i soccorsi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Terremoto

Interi paesi isolati, difficili gli interventi

La Protezione civile di Tagliacozzo ha cercato di raggiungere il Comune di Campotosto, in provincia dell'Aquila, colpito da terremoto e abbondanti nevicate. Il tetto del municipio è crollato. I volontari sono riusciti ad arrivare a Cesaproba, frazione di Campotoso, dove una ventina di persone si erano rifugiate nella scuola per stare al sicuro. Nella zona ci sono anche dei dispersi.

Nel teramano difficili collegamenti anche a causa del sisma. La Regione Abruzzo per fronteggiare l'emergenza si è fatta inviare mezzi da Anas nazionale, Anas Molise e Autostrada nazionale. La Tua, società che gestisce il trasporto pubblico in tutta la regione, ha aperto le porte del deposito di Teramo e ha messo a disposizione i bus per permettere ai cittadini di trascorrere una notte al caldo e non nelle auto dove in molti si sono rifugiati a causa della psicosi terremoto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto