Oroville, California, Lunedì 13 Febbraio 2017. Ordinato, per voce del governatore Jerry Brown, lo stato di rischio con evacuazione immediata delle abitazioni a rischio in tre contee vicine. Sono quasi 200 mila le persone allarmate e preoccupate per le proprie case dato che era da parecchi anni che non si manifestava un flusso d'acqua tale da rendere necessaria una misura cautelativa così pesante. Bisogna però tener presente che parliamo di una delle dighe più grandi e importanti al mondo e che, di conseguenza, la portata dei danni può essere devastante.

Pubblicità
Pubblicità

Danni a uno sfioratore e auto bloccate nei pressi di Oroville

E' iniziato tutto quando il flusso d'acqua ha danneggiato uno sfioratore, ovvero quel dispositivo usato per tenere il livello dell'acqua entro la soglia limite, mettendo a rischio le contee di Butte, Sutter e Yuba e bloccando numerose macchine nella rete stradale vicino al lago di Oroville. Da diverse ore le autorità competenti stanno lavorando per abbassare il livello dell'acqua in modo da limitare il rischio esondazione al massimo.

Se la diga dovesse cedere, infatti, si riverserebbe nel lago artificiale una mole di liquido davvero notevole. Il capo della sicurezza ha messo in atto un piano di emergenza che interesserà migliaia di soldati oltre che elicotteri con relativi piloti.

Il meteo non aiuta, la paura dei cittadini

A complicare le operazioni, tuttavia, ci si mettono le previsioni del meteo. Nei prossimi giorni sono infatti previste forti piogge che si andranno ad aggiungere a quelle che nei giorni scorsi hanno messo a dura prova la struttura indebolendola.

Pubblicità

In particolar modo l'altezza della diga - oltre 200 metri - unitamente al canale di scolo danneggiato dalla pioggia, hanno reso necessari interventi di riduzione della pressione sullo sfioratore chiudendo la fessura mediante l'uso di rocce. Le cause del guasto ad ogni modo sono ancora sconosciute e si spera di risolvere il problema nel minor tempo possibile. Intanto, la preoccupazione e il malcontento dilagano. Gli abitanti delle zone vicino alla diga di Oroville e la gente bloccata in macchina vorrebbe poter tornare nelle proprie abitazioni o allontanarsi dalla zona.

Alcuni cittadini affermano di essere praticamente scappati da casa lasciando tutto al suo interno e adesso temono di non riuscire a tornare a casa. Insomma una situazione davvero preoccupante per la California che si spera si risolva nelle prossime ore nel modo migliore per tutti. Ancora una volta la natura e in questo caso l'acqua si rivelano un potenziale pericolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto