È deceduta a Roma all'età di 80 anni Carla Fendi, colonna portante del famoso marchio made in italy e regina della moda. Erano le ventuno di ieri, 19/6, quando Carla, appena rientrata a Palazzo Ruspoli dopo essere stata dimessa dalla clinica Quisisana, si è spenta. La quarta delle 5 sorelle Fendi non era in salute ormai da lungo tempo e oltre ad essere affetta da una serie di complicanze polmonari, era ulteriormente provata dalla scomparsa dell'amato marito Candido Speroni, deceduto nel 2013. Erano entrambi appassionati di arte e musica al punto che nel 2007 creano la Fondazione Carla Fendi che si occupa di supportare le arti, l'artigianato e il sociale.

Le sorelle Fendi 'siamo come le 5 dita di una mano, ognuna ha la sua funzione'

Terminati gli studi classici negli anni '50 Carla si impegna nell'azienda di famiglia con le sorelle Paola, Anna, Franca e Alda. Racconta che la mamma delle 5 sorelle le paragona alle dita di una mano in quanto ognuna ha la sua funzione ed è indispensabile senza l'altra. In azienda Carla non ha un compito preciso, bensì si occupa di amministrare, produrre, vendere e progettare assieme alle sorelle e a Karl Lagerfeld, noto stilista, fotografo e regista tedesco. Solo negli anni '60 inizia ad occuparsi principalmente di una mansione in particolare, le pubbliche relazioni, mirando al mercato americano, un'idea che la portò al successo e a cui si deve la fama di Fendi a livello mondiale.

La quartogenita poi, decide di dedicarsi in modo specifico alla Comunicazione, occupandosi dell'ufficio stampa, della pubblicità, dell'immagine e delle manifestazioni. Negli anni '80 al festival dei due Mondi, nel ruolo di responsabile della comunicazione, Carla Fendi lega il Marchio Fendi alla manifestazione. Un progetto che cresce di anno in anno e che si consolida attraverso una bella e solida amicizia con il Maestro Giancarlo Menotti.

'È sempre stata la perfetta padrona di casa'

Delfina Delettrez è una designer di gioielli nonchè pronipote delle 5 sorelle, quarta generazione della famiglia Fendi. In un'intervista racconta di come le 5 donne della famiglia Fendi le hanno insegnato il confronto e l'importanza di avere un punto di vista. Grazie a zia Carla, ha acquisito la conoscenza delle pubbliche relazioni.

Delfina afferma che 'Lei è sempre stata la perfetta padrona di casa e una grandissima conoscitrice dei rapporti sociali. Mi ha insegnato l'importanza delle piccole attenzioni anche nelle relazioni istituzionali più importanti. Quanto, per esempio, una minuscola gentilezza, un riguardo particolare possa cambiare tutto' Carla possedeva, come le sorelle, un'attitudine che spinge naturalmente l'acceleratore sulla parte creativa di ciascuna di loro. Forse è questo il segreto del loro grande successo.