Un odontotecnico 55enne di Torre Annunziata, in provincia di Napoli, aveva allestito uno studio dentistico in un appartamento e riceveva molti clienti, che lo consideravano un professionista. In realtà, il cinquantenne non ha mai conseguito la laurea in odontoiatria. Gli uomini del comando provinciale della Guardia di Finanza hanno perciò provveduto a denunciare il falso dentista e sequestrare il locale [VIDEO], in cui riceveva i pazienti, che erano all'oscuro di tutto. I finanzieri hanno scoperto che l'odontotecnico non solo non aveva i titoli per eseguire certi interventi ma sarebbe anche un evasore totale. Le Fiamme Gialle hanno così sequestrato tutti i macchinari e gli arnesi utilizzati dal falso dentista per eseguire gli interventi.

Il 55enne è stato denunciato alla Procura della Repubblica per gestione non autorizzata di rifiuti pericolosi ed esercizio abusivo della professione medica.

Pazienti all'oscuro di tutto

Come se fosse normale, il 55enne campano, senza laurea, aveva trasformato un appartamento in uno studio odontoiatrico. Oltre ad eseguire illegalmente gli interventi, l'uomo non avrebbe pagato neanche le tasse [VIDEO]. I militari della Guardia di Finanza stanno eseguendo ulteriori indagini per scoprire le eventuali somme sottratte al Fisco. Le Fiamme Gialle hanno accertato anche che i clienti erano all'oscuro dell'atteggiamento fraudolento del falso dentista. Tutti, insomma, credevano di essere curati da un professionista che aveva conseguito la laurea in odontoiatria.

Falso dentista sarebbe estraneo al Fisco

I finanzieri campani hanno sequestrato lo studio medico abusivo e denunciato il falso medico nell'ambito di un'attività finalizzata al rafforzamento dei servizi di prevenzione e di controllo economico del territorio.

Lo sforzo delle Fiamme Gialle è stato orientato, in particolare, alla tutela della Salute pubblica e alla lotta dell'abusivismo commerciale. Il falso odontoiatra, secondo le ultime informazioni, non avrebbe mai dichiarato nessun reddito. Non aveva dichiarato nulla nemmeno il professionista campano che, lo scorso febbraio, era finito nella trappola della Gdf. L'uomo aveva creato uno studio medico in un appartamento in via Libertà, a Portici (Napoli), senza però ottenere le autorizzazioni sanitarie necessarie. Lo studio medico, così come il dentista, erano ignoti al Fisco. A differenza del 55enne di Torre Annunziata, il medico di Portici ha conseguito la laurea in odontoiatria.