Ormai non ci sono più speranze: Sergio Marchionne è in fin di vita in una clinica svizzera. La struttura ospedaliera sta mantenendo la privacy richiesta dalla famiglia: niente bollettini medici, né tantomeno conferenze stampa per parlare delle condizioni di salute dell'ex manager di Fca. Da quanto è emerso in queste ultime ore, però, la situazione dell'ex manager è gravissima: secondo quanto riportato dai principali media, le condizioni di salute sarebbero ormai irreversibili. Al fianco di Marchionne è arrivata la compagna, Manuela Battezzato, e i due figli dell'uomo avuti dal matrimonio con la moglie. [VIDEO]

Marchionne è in condizioni irreversibili

Sergio Marchionne si trova, al momento, ancora in terapia intensiva dell'ospedale universitario di Zurigo.

Era stato ricoverato per un intervento alla spalla a fine giugno e nulla lasciava pensare ad un peggioramento delle sue condizioni. Quel giorno Fca aveva consegnato un auto all'Arma dei Carabinieri e Marchionne, all'interno del parco del Comando Generale dell’Arma, aveva scherzato con un cane dell’unità cinofila: 'Lo riconosci il figlio di un Carabiniere?' Il padre dell'uomo, Concezio, era stato a lungo un maresciallo dell’Arma.

Ai suoi collaboratori, prima di andare in ospedale, aveva chiesto di non rivoluzionare l'agenda proprio perché era convinto di uscire, nel giro di pochi giorni, dalla struttura in seguito all'operazione. Invece non è andata così. Le notizie di cosa sia successo in queste ultime settimane sono ancora frammentarie. Quel che è certo è che quel 'manager in pullover' doveva subire un'operazione alla spalla, un'operazione c'è stata e probabilmente ha rivelato qualcosa di ben più grave.

Dagospia, nei giorni scorsi, ha parlato di un tumore al polmone, ma non ci sono certezze al riguardo.

La Ferrari non è riuscita a dedicare la vittoria al suo ex manager

D'altronde, il comunicato inviato nel week end da Fca [VIDEO] non lasciava particolari dubbi sulla gravità della situazione. La sostituzione di tutte le cariche che Marchionne ricopriva all'interno del gruppo aveva già fatto intuire che le condizioni dell'uomo erano estremamente serie. Le successive parole di John Elkann, prima tramite i comunicati stampa e poi in una nota inviata a tutti i lavoratori ('Sergio non tornerà più') hanno fatto il resto.

La Ferrari, scesa in pista ieri a Hockenheim per il Gp di Formula1, avrebbe voluto dedicare un successo a quel manager che è rimasto per tanto tempo al fianco della rossa, ma non ce l'ha fatta per un incidente che ha messo fuori causa Seb Vettel nel momento in cui era in testa a pochi giri dal termine.

Piazza Affari, giù i titoli Fca con la fine dell'era Marchionne

Com'era prevedibile, i titoli di Fca sono partiti in forte calo all'apertura della Borsa di Milano dopo le notizie della fine dell'era Marrchionne, lasciando sul terreno oltre 5 punti percentuali.

Va peggio a Ferrari che in avvio non riesce a fare prezzo e poi cede quasi il 5% mentre Cnh arretra del 3,45%. Male anche Exor che ha perso in partenza oltre tre punti percentuali.