Di giorno faceva l'insegnante in un asilo, mentre nelle ore notturne si calava nelle vesti di una provocante prostituta e si faceva pagare poco più di 30 euro per ogni prestazione. Questa è la vicenda di Katya Gorlova, 22 anni, cittadina di Kalinigrad, in Russia. A riportare tale notizia ci ha pensato il giornale inglese Mirror, che racconta l'assurda doppia vita della ragazza, ora al centro di un'inchiesta. A mettere nei guai la giovane sarebbe stato un filmato a luci rosse, registato di nascosto da uno dei suoi clienti. Le immagini la immortalerebbero in lingerie mentre era intenta ad avere un rapporto sessuale [VIDEO] con un uomo. Tempestiva la reazione della polizia e della scuola, che ora vorrebbe licenziare la Gorlova dalla sua professione di docente d'infanzia.

La giovane 22enne prende le sue difese

"Sono single e faccio quello che mi pare" avrebbe dichiarato Katya Gorlova. Inoltre, la giovane avrebbe aggiunto che il suo mestiere da prostituta sarebbe un normale lavoro per "arrotondare i suoi guadagni" e che non avrebbe causato problematiche sulla sua attività d'insegnante a scuola. Ma non è finita qui. La ventiduenne avrebbe spiegato che non offre "prestazioni intime" in maniera regolare, ma che si tratterebbe solamente di un impiego part-time. Per quanto riguarda gli internauti che hanno visto il video si sarebbero divisi. C'è chi prende le sue difese, dichiarando: "I suoi allievi non sono di sicuro fra la sua utenza". E chi invece l'avrebbe criticata dicendo: "Per sfortuna le persone trovano qualsiasi modo per sopravvivere".

La ragazza, tuttavia, non si arrende, anzi, passa al controattacco: ha infatti dichiarato di voler denunciare [VIDEO]l'autore del video. In passato Katya Gorlova, conosciuta con lo pseudonimo di Anastasia Monpayse, era una danzatrice che lavorava in diversi night club, nei quali avrebbe incontrato coloro che oggi sono i suoi clienti che richiedono i suoi servizi. Non si sa se sia stato un cliente abituale o un genitore di qualche alunno a riprendere la scena con la videocamera e a renderla virale su Youtube, ma sicuramente è stato qualcuno che non si è fatto alcuno scrupolo a cogliere l'occasione per sfruttare l'immagine della ragazza.

Russia: la prostituzione non è legale ma è un reato amministrativo

Sebbene la prostituzione in Russia non sia legale, non è considerata un atto criminale, ma un reato amministrativo. Del resto, l'ultima parola spetta al ministero dell'Istruzione russo in quanto dovrà decidere se la giovane continuerà ad esercitare la sua professione d'insegnante o dovrà essere licenziata.