Un nuovo Terremoto di magnitudo 5.5 è stato registrato dall'Emsc (Centro Sismologico della zona Euro-Mediterranea) poco a sud dell'Isola di Giava, in Indonesia. Il forte sisma, che si è verificato alle 20:36 (ora italiana) - mentre lì erano già le prime ore del 29 agosto, precisamente l'1:36 (ora locale) - è stato avvertito fino a Yogyakarta, città dell'omonima provincia - l'unica ad essere governata da un sultano precoloniale - che ospita più di 3 milioni di abitanti.

Pubblicità
Pubblicità

L'evento ha sorpreso la popolazione mentre dormiva ed è stata svegliata di soprassalto dal forte scuotimento tellurico. Secondo quanto riportato dalle stime preliminari la scossa, avvenuta in mare, avrebbe avuto un ipocentro poco superficiale, a circa 80 chilometri di profondità, scongiurando, forse, la possibilità di danni strutturali importanti nei centri maggiormente colpiti. Le vibrazioni sarebbero state fortemente avvertite in una vasta area dell'isola e fino a 500 chilometri di distanza dal luogo esatto dell'epicentro. Per il momento non vengono segnalati danni a cose o persone.

Pubblicità

Sisma di Lombok: il bilancio sale a 563 morti

Si avvia un'altra notte di paura anche per i residenti delle isole vicine a Giava, come quella di Lombok, che deve fare i conti con danni enormi e tantissime vittime. Il bilancio, infatti, si sarebbe aggravato nelle ultime ore: almeno 563 le vittime del terremoto di magnitudo 6.9 che colpì l'isola la notte del 5 agosto 2018. Più di mille i feriti e decine di migliaia di sfollati, per non parlare del danno economico inflitto dalla partenza improvvisa di migliaia di turisti rimasti sconvolti dal drammatico evento.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Terremoto

Nessun italiano è rimasto vittima del terremoto anche se ci sono testimonianze di connazionali che hanno vissuto l'evento in prima persona e documentato quegli istanti terribili su Internet e sui social network.

Altri terremoti in Indonesia: prima alle isole Timor, ora a Giava

Il terremoto di oggi, a Giava, non è - molto probabilmente - collegabile con lo sciame sismico che ormai da un mese attanaglia l'isola di Lombok, caduta in una crisi gravissima dalla quale difficilmente riuscirà a risollevarsi in breve tempo.

Questa mattina un'altra scossa di magnitudo 6.2 aveva interessato un'altra zona dell'Indonesia, quella più sudorientale, vicino alla punta settentrionale dell'Australia: le isole Timor, senza provocare danni gravi o vittime.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto