L'Italia centro-meridionale è ritornata a tremare. Questa volta durante la notte di Ferragosto. Alle ore 23:48:31 di ieri, 14 agosto, un forte Terremoto è stato avvertito in Campania, Lazio, Puglia, Basilicata, Molise e Abruzzo. La reazione dei social network è stata immediata. Sin da subito, gli utenti di Facebook e di Twitter hanno parlato di uno spostamento sismico molto prolungato, probabilmente collegato non ad una sola scossa.

Pubblicità
Pubblicità

Infatti, il terremoto di ieri sera è stato preceduto da tre eventi di magnitudo compresa tra 1.5 e 1.9 e, poi, seguito da un altro evento sismico di magnitudo 2.3 registrato alle ore 00:03 del 15 agosto. La paura è stata avvertita in una vasta area ma, per fortuna, i danni sono stati solo lievi.

I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo

La Sala Sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia- Roma ha registrato il terremoto come evento di magnitudo 4.7( Mw 4.6) con epicentro in provincia di Campobasso, a km 6 a sud di Montecilfone e ad una profondità di km 19.

Pubblicità

Il terremoto è stato localizzato in un'area a pericolosità medio-alta. Il Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani ha mostrato, subito, a sud dell'area epicentrale i due sismi del 31 ottobre e del 1 novembre 2002 che colpirono duramente il comune di San Giuliano di Puglia. Il ricordo di questi eventi è bastato a spaventare gli abitanti dell'area nonché dei paesi limitrofi e molti di loro hanno trascorso la notte dormendo in macchina.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Terremoto

Terremoto Molise, i danni sono lievi

Le condizioni meteo non sono state particolarmente favorevoli. Infatti, la Protezione civile, ieri, aveva emesso un'allerta 'arancione' per criticità idrogeologica. Il sindaco di Campobasso e dei comuni limitrofi, coadiuvati dalla Protezione civile, si sono prontamente attivati in opere di ricognizione per individuare eventuali danni a persone o a cose. Sono stati rilevati solo lievi danni a qualche cornicione.

Nell'epicentro, i residenti hanno avvertito un rombo sismico(effetto acustico). Lo spostamento sussultorio del territorio è stato avvertito distintamente sul litorale abruzzese, sulla costa pugliese ed in località campane come Caserta e Avellino. In particolare, a Napoli l'oscillazione dei lampadari e lo spostamento dei soprammobili non ha lasciato alcun dubbio all'immediata individuazione della causa.

Pubblicità

La seconda scossa è stata registrata come terremoto di magnitudo 2.3 con epicentro a km 5 a sud-est di Palata ( Campobasso) alle ore 00:03 del 15 agosto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto