In queste ore, tra il Regno Unito e l’Irlanda, si è registrata una forte ondata di maltempo, con forti raffiche di vento e pesanti inondazioni, che ha già causato enormi disagi alla popolazione. La tempesta, soprannominata Alì, ha provocato gravi danni alle città britanniche, distruggendo strutture e coltivazioni e lasciando circa 200.000 abitazioni e imprese senza elettricità.

La prima vittima della tempesta Alì

In particolare, un incidente mortale sarebbe avvenuto nei pressi della contea di Galway, in Irlanda, dove è stata ritrovata una donna priva di vita.

Stando alle ricostruzioni della polizia, la bufera avrebbe trascinato la donna da una scogliera, mentre dormiva nel suo camper. Il corpo è stato ritrovato su una spiaggia poco distante, soltanto dopo che la polizia ha effettuato un'attenta ricerca. La vittima sembrerebbe essere una turista che alloggiava nelle vicinanze di Claddaghduff. La donna potrebbe non essere l’unica vittima: un marinaio inglese di quarant’anni sarebbe disperso: la sua scomparsa sarebbe avvenuta nei pressi della costa del Lincolnshire, in Inghilterra del Nord.

L’allerta meteo

Nel frattempo, il Met (l’ufficio meteorologico nazionale del Regno Unito), ha diramato un’allerta meteo di bollino arancione che dovrebbe corrispondere, per intensità, al secondo punto nella scala delle emergenze.

Folate di vento che arriverebbero a circa 145 km orari, inondazioni e pioggia incessante hanno provocato molteplici danni anche su tutto il territorio del Regno Unito e su quello irlandese. I media britannici hanno prontamente avvertito la popolazione circa i rischi della tempesta Alì e, a quanto pare, infatti, la bufera starebbe rovesciando alberi, automobili, e provocando crolli a vari edifici i quali avrebbero causato anche feriti gravi.

Il presentatore meteo della BBC, Matt Taylor, ha dichiarato, inoltre, che questo periodo dell’anno è anche uno dei più particolari e meno indicati per l' espansione di una tempesta simile in quanto, soprattutto per quanto riguarda gli alberi, sarebbero ancora in piena foglia e quindi più pericolosi per l’incolumità delle persone.

Infatti, la tempesta, avrebbe sradicato centinaia di alberi, soprattutto nel territorio irlandese, insieme a radici e interi pezzi di terreno. Il comune di Belfast, nel frattempo, ha dichiarato di aver chiuso tutti i parchi, cimiteri, zoo e campi da gioco fino a nuovo ordine. L’allerta meteo sembrerebbe essere destinata a non rientrare almeno fino alla giornata di sabato.