Un 48enne americano dl nome Valentino Dixon ha passato gli ultimi 27 anni all'interno di una prigione a scontare una pena per un crimine che in realtà non aveva commesso. L'uomo, recluso nel carcere di Attica a New York, era stato incolpato di omicidio. Grazie al suo talento di disegnatore, però, si è fatto conoscere da una guardia penitenziaria del carcere. I suoi disegni sono poi finiti all'interno della nota rivista Golf Digest.

La storia di Valentino Dixon

L'ingiustizia subita da Valentino Dixon non ha comunque frenato la sua passione per il disegno e, proprio quest'ultimo elemento, si è rivelato poi essere la sua salvezza.

Le sue bozze sono state infatti pubblicate da una conosciutissima rivista e sono diventate note agli appassionati del settore e non solo. La notorietà ottenuta gli ha così permesso di ricevere parecchia attenzione da parte di associazioni importanti come il gruppo 'Prigioni e giustizia' della Georgetown University. Il caso di Valentino, condannato per un omicidio avvenuto a Buffalo nel 1991, è stato in seguito riaperto dalle forze dell'ordine. La notorietà ottenuta, ha spinto il vero assassino a farsi avanti formalmente e a confessare il crimine da lui commesso anni addietro. Dopo 27 anni di prigionia, l'uomo è stato così scarcerato e adesso può godere appieno della sua libertà.

Gravi violazioni nei suoi confronti

Il 48enne americano, ai tempi in cui è avvenuto l'omicidio, aveva subito delle gravi violazioni personali: molti testimoni in suo favore non erano stati ascoltati, anzi, non erano nemmeno stati presi in considerazione dalla giuria. Tra gli elementi a favore di Dixon c'era anche l'assenza di polvere da sparo sul suo abbigliamento.

Durante il corso dei 27 lunghi anni trascorsi dietro le sbarre, l'uomo non ha mai ammesso di essere lui il colpevole, ma ha continuato sempre a professare la sua innocenza e la sua estraneità ai fatti accaduti nel 1991.

Ad aggiungersi alla lista degli elementi non considerati, c'è anche la confessione effettuata già da alcuni anni dal vero killer, ma che, fino a qualche tempo fa, non era stata nemmeno presa in considerazione.

Naturalmente la vicenda ha creato non poco stupore tra la popolazione del luogo e non solo: i casi di ingiustizia fanno sempre molto discutere. In tutti questi anni passati in prigione, Valentino Dixon è stato salvato dalla sua passione che ha continuato a coltivare nonostante la situazione spiacevole in cui è venuto a trovarsi.