‘La prima agenzia al mondo di affitto bambole sexy in silicone’. Recita così lo slogan posto in bella mostra nella home page del sito vietato ai minori di 18 anni Love Game Italia. I suoi fondatori, due imprenditori romani, intervistati dal quotidiano online affaritaliani.it, hanno avuto la geniale idea di replicare quanto già avvenuto a Torino alcuni mesi fa, ma pensando più in grande. Offrire, cioè, un servizio a domicilio di affitto di bambole gonfiabili, con fattezze femminili o maschili, destinate ad un pubblico eterogeneo che ha la necessità di rimanere anonimo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Curiosità

Le differenze tra Roma e Torino

I due imprenditori del settore automotive che hanno avuto l’intuizione di gettarsi nel business delle bambole del piacere al silicone vengono indicati da Affari italiani solo con i rispettivi nomi di battesimo, Walter e Bruno.

I due ammettono di avere preso spunto da quanto accaduto a Torino, dove è stata aperta la prima Casa di appuntamenti con le dolls al posto del personale in carne e ossa. Il ‘casino di gomma’ torinese, come noto, chiuso per diversi problemi burocratici, ora attende di riaprire i battenti non più in un appartamento, ma in una struttura ricettiva adeguata, tipo albergo o B&B. La neonata azienda capitolina, invece, ha intenzione di estendere il suo servizio a domicilio ovunque sul territorio italiano, non solo a Roma, con la possibilità di estendere la distribuzione attraverso il franchising.

La clientela tipo delle dolls

I nuovi protagonisti del mondo del doll entertainment giurano di essersi già procurati una discreta clientela di aficionados. Non solo uomini single, come si potrebbe pensare, ma anche coppie desiderose di ravvivare il loro rapporto, o persone affette da disabilità che non potrebbero soddisfare altrimenti i propri bisogni.

Il fenomeno sarebbe talmente diffuso che, soprattutto in Russia e negli Usa (considerate “realtà radicate”), molte persone già vivrebbero e dormirebbero con una doll quotidianamente.

Bambole prodotte in Cina: ‘Emettono suono che sembra gemito di piacere’

Passando a discutere dell’oggetto del desiderio vero e proprio, i due imprenditori precisano che le bambole, prodotte in Cina, sono fatte con “prodotti medicinali” e un tipo di silicone assolutamente innovativo che hanno ottenuto tutte le certificazioni di legge e, dunque, non provocano alcun tipo di allergia. Inoltre, sarebbero il meglio che si può trovare adesso sul mercato, poiché sarebbero capaci di emettere suoni simili ad un vero orgasmo, anche se solo toccate. Il loro “scheletro” poi sarebbe “simil umano”, in grado dunque di assumere qualsiasi posizione amorosa. Le bambole, e i bamboli, hanno pure nomi come Nelly, pandora e Aron, quest’ultimo in “erezione permanente”. La consegna a domicilio, infine, è garantita in poche ore, con una spesa che parte dai 60 euro per tre ore di utilizzo.