Oggi, 23 gennaio, è il decimo giorno delle opere di salvataggio del piccolo Julen, il piccolo caduto nel pozzo il 13 gennaio a Totalàn, in Malaga.

Durante la giornata di oggi finalmente due minatori scenderanno nel pozzo e scaveranno il tunnel orizzontale.

Pubblicità
Pubblicità

Purtroppo, le operazioni stanno ritardato rispetto ai calcoli inizialmente fatti per il tunnel verticale, infatti, hanno dovuto allargarlo perché i tubi di metallo erano troppo grandi rispetto al suo diametro. Nuovi ritardi, dunque, e all'ora di pranzo i soccorritori sono ancora al lavoro sul tunnel verticale.

Diretta salvataggio Julen per il 23 gennaio

13.21 Questo martedì mattina era sorta una nuova difficoltà tecnica quando si sono accorti che i tubi non sono scesi oltre i 42 metri di profondità a causa di una piccola deviazione del tunnel.

Bimbo caduto nel pozzo: le ultime notizie sul piccolo Julen - today.it
Bimbo caduto nel pozzo: le ultime notizie sul piccolo Julen - today.it

Tuttavia, i tecnici, dopo aver preso in considerazione varie alternative, sono riusciti a risolvere il problema potendo così continuare a lavorare per salvare il piccolo Julen, come sta accadendo ormai da dieci giorni.

12.48 Una volta terminato l'intubamento del tunnel verticale, sarà la volta della Brigata di soccorso minerario, che scaverà manualmente una galleria orizzontale di circa quattro metri per collegarsi con il pozzo dove sembrerebbe trovarsi il piccolo Julen.

Pubblicità

Quest'ultimo lavoro potrebbe richiedere sino a 24 ore.

12.00 La squadra che sta operando per il salvataggio del piccolo Julen ha concluso l'ampliamento del tunnel verticale profondo 60 metri. Da questo momento bisognerà intubare tutto il tunnel e solo dopo due minatori potranno scendere per la galleria ed iniziare a scavare manualmente il tunnel verticale.

10.57 I minatori, due alla volta, scenderanno lungo il tunnel verticale in una capsula creata per l'occasione in condizioni estreme per mancanza di spazio, luce e ossigeno.

10.34 La perforatrice che sta nuovamente allargando il diametro del tunnel verticale ha appena concluso il lavoro.

10.00 La squadra composta da otto minatori li vedrà scendere due alla volta nella capsula progettata dal direttore tecnico dei Vigili del Fuoco Provinciale di Malaga, Juliàn Moreno, e prodotta da due fabbri di Malaga.

09.57 Un altro imprevisto che rallenterà i lavori sarà quello di ricavare una finestra dal tubo verticale per permettere agli specialisti della brigata di soccorso minerario Hunosa di entrare nel tunnel orizzontale.

Pubblicità

09.00 Un'altra difficoltà era stata riscontrata questa mattina, relativamente al fatto che i tubi non potevano superare i 45 metri di profondità a causa di una piccola deviazione del terreno. Per fortuna, i tecnici hanno subito ovviato al problema ed i lavori continuano.

08.58 Mentre le operazioni di salvataggio continuano, la Corte di Istruzione numero 9 di Malaga ha ricevuto tutte le relazioni e le dichiarazioni relative l'evento di Totalàn, Malaga, aprendo un'inchiesta dal momento stesso in cui il piccolo Julen è caduto nel pozzo lo stesso 13 gennaio.

Pubblicità

08.54 Più di trecento persone, a turni, giorno e notte, lavorano senza fermarsi, coordinati dall'Ingegnere di Strade.

08.14 E' sempre Garcìa Vidal a parlare, dichiarando che gli operai stanno lavorando in condizioni disumane ed estreme, spostando in totale 40.000 tonnellate di materiale. Normalmente, tali lavori avrebbero richiesto dei mesi, loro invece lo stanno facendo in poche ore.

07.50 Si stanno eliminando le discontinuità dalle pareti del tunnel con la stessa macchina che ha fatto la prima perforazione. Mancano 12 metri dei 60 scavati per raggiungere il punto dal quale i minatori inizieranno a scavare manualmente un tunnel orizzontale.

07.34 Alle 02.00 di questa notte è iniziata l'intubazione della galleria verticale, che permetterà poi ai minatori di scavare una galleria orizzontale manualmente.

07.24 L'operazione di salvataggio di Julen continua senza sosta, continuando a lavorare instancabilmente giorno e notte. "Ogni volta ci sentiamo sempre più vicini a Julen e non dubitiamo che stiamo operando nel migliore dei modi" ha affermato Garcìa Vidal.

06.58 García ha precisato che dopo l'eliminazione delle discontinuità riscontrate nelle pareti della galleria verticale, che hanno portato al ritiro di 42 metri di tubo, saranno reintrodotti e saranno completati i 18 metri rimanenti sui 60 metri del tunnel scavato.

06.54 La prima perforazione doveva durare circa 15 ore e alla fine è durata 55 ore a causa della durezza del terreno su cui si trova il pozzo, dopo di che le tubazioni avrebbero dovuto essere intubate tra le cinque e le sei ore, tuttavia non si sa quanto ci vorrà per quest'ultima operazione.

06.50 Il delegato del governo in Andalusia,Alfonso Rodríguez Gómez de Celis e l'ingegnere stradale Ángel García, coordinatore dell'operazione tecnica hanno comunicato che non verranno specificati nuovi termini di scadenza per quando sarà recuperato Julen.

06.45 I soccorritori stanno perforando nuovamente il tunnel verticale di 60 metri per eliminare le discontinuità dalle mura, senza dare termini di completamento.

Diretta salvataggio Julen 22 gennaio

18.59 Gomez de Celis ha sottolineato che nelle prossime ore il delegato dell'Associazione degli Ingegneri di Malaga darà delle informazioni a livello tecnico dei lavori fatti.

18.45 ll Ministro degli Interni è consapevole del duro lavoro che viene fatto che è "necessario e meritato" ed ha sottolineato che "il lavoro di ingegneria è stato fatto in tempi record".

18.40 Secondo Grande-Marlaska, l'opera di soccorso è nella fase finale ed è "l'ultima spinta per individuare e portare Julen" alla propria famiglia.

17.39 La squadra di soccorso ha deciso di allargare il tunnel verticale viste le difficoltà che i tubi di perforamento superano i 40 metri di profondità .

16.31 Il paesaggio tradizionale dei fiori di mandorlo e degli ulivi ha lasciato il posto a un'immagine che potrebbe assomigliare a quella di una miniera e la collina è scomparsa rispetto a com'era conosciuta dai residenti di questo comune.

15.43 Il presidente del Partito popolare, Pablo Casado, ha mandato la sua solidarietà alla famiglia di Julen, Il bambino di due anni che è caduto più di una settimana fa in un pozzo di 25 centimetri di diametro e 110 metri di profondità in Totalán, e ha accolto con favore il sostegno ricevuto in risposta a questo caso la Spagna.

"Deve essere un incubo", ha sottolineato il leader del PP, che ha spiegato di aver parlato con la famiglia di Julen attraverso Juan José Cortés, il padre di Mari Luz, la bambina di cinque anni che è stata uccisa nel 2008 a Huelva.

15.23 "Siamo davvero soddisfatti dal lavoro fatto" ha detto il capo del salvataggio di Julen, ammettendo che "vorremmo che fosse stato più veloce, ma la realtà dei materiali e delle rocce che abbiamo incontrato ha costituito una difficoltà."

15.03 García Vidal ha evidenziato la complessità del luogo da un punto di vista geologico ed è stato soddisfatto del lavoro svolto finora dal team tecnico.

14.57 Il coordinatore del dispositivo, Ángel García Vidal , ha riferito che oggi a mezzogiorno inizieranno i lavori di perforazione della galleria orizzontale che deve raggiungere il piccolo Julen.

Come riportato dal coordinatore del dispositivo, Ángel García Vidal, i minatori inizieranno con il tunnel orizzontale dopo aver raggiunto i 60 metri dalla verticale che hanno praticato in parallelo al pozzo dove è caduto Julen.

Leggi tutto