La perdita di un bambino di soli 2 anni in modo tragico non sembra essere l'unica tragedia nella vita di mamma Elisabetta e del papà Davide. Pochi giorni fa (dopo l'Epifania), infatti, l'hard disk contenente foto e video che rappresentano un dolce ricordo della brevissima vita del piccolo Gabriele è stato rubato da ladri entrati furtivamente in casa. I genitori del bambino hanno lanciato un accorato appello tramite social per riuscire a ritrovarlo. Sono ricordi unici che, oltre a quelli della memoria, diventano fondamentali per tentare di superare un dolore tanto atroce come quello della perdita di un figlio.

Pubblicità

La morte di Gabriele e l'appello di mamma Elisabetta

Sei anni fa (nel 2013) la vita dei genitori del piccolo Gabriele di soli due anni è cambiata definitivamente. Il bambino ha, infatti, perso la vita tragicamente in seguito ad una caduta all'interno del centro commerciale 'gli orsi' di Biella. Il 13 maggio 2013 Gabriele era con un amico di famiglia nel centro dove lavorava anche mamma Elisabetta quando l'uomo, per gioco, ha lanciato in aria il bimbo per poi riprenderlo tra le braccia. Un gioco innocente che molti adulti fanno con i piccoli che rimangono affascinati dal 'volo' e dal fatto di ricadere, sani e salvi, vicino al corpo dei genitori, dei nonni, degli amici o di chi gli vuole bene.

Un gioco che, in questo caso, non è terminato con grandi sorrisi e risate ma con un dolore lancinante che accompagnerà per sempre la vita dei genitori di Gabriele. Il piccolo, infatti, ricadendo tra le braccia, non è stato ripreso dall'uomo ed è caduto a terra, sbattendo la testa e morendo poco dopo in ospedale per un'emorragia cerebrale.

La tragedia si è conclusa legalmente con una condanna a cinque mesi di reclusione per l'uomo e con un obbligo di corrispondere al padre di Gabriele un milione e 800mila euro per il risarcimento del 'danno'.

Pubblicità

Quello che, un tempo, era amico di famiglia si è poi trasferito in Germania ma i sensi di colpa probabilmente l'hanno seguito ed infatti nel 2017 ha deciso di togliersi la vita.

Come se non bastasse pochi giorni fa ci si sono messi anche i ladri che sono entrati in casa dei genitori di Gabriele e gli hanno sottratto il prezioso hard disk con all'interno foto e video della breve vita del bimbo: "È stato come se me l'avessero portato via un'altra volta!" ha scritto la mamma del piccolo Elisabetta Chiavarino in un post sulla sua pagina Facebook.

La donna ha poi chiesto l'aiuto di tutti per provare a riportare a casa hard disk e documenti video e foto: "Se qualcuno sapesse qualcosa vi prego ditemi qualcosa, anche in forma anonima!". Subito in rete è cominciata una mobilitazione di condivisione post per far arrivare l'appello a quante più persone possibile.