I carabinieri del Nucleo radiomobile di Napoli hanno arrestato Aniello Amoruso, un pregiudicato di 43 anni, originario di Torre Annunziata, per rapina aggravata. L'uomo è stato accusato di avere aggredito una prostituta Bulgara, prendendola a morsi e a pugni per farsi consegnare il denaro da lei. I militari dell'arma sono riusciti in breve tempo a rintracciare il sospettato del reato, che nel frattempo era riuscito a fuggire e assicurarlo alla giustizia.

L'aggressione alla prostituta

Il reato contestato all'uomo, un 43 enne già noto alle forze dell'ordine per altri illeciti, è avvenuto qualche giorno fa, ad un'estremità del marciapiede della Via Plinio a Pompei, grande paese archeologico in provincia di Napoli.

Il presunto rapinatore, si è recato sul "posto di lavoro" di una prostituta di 26 anni originaria della Bulgaria allo scopo di rapinare la ragazza. Da subito, l'uomo ha aggredito la giovane intimandogli di consegnargli tutto il denaro, che la malcapitata aveva addosso. La donna ha tentato di resistere alle violenze del malvivente e lui ha cominciato a colpirla al volto con dei pugni. Poi, non contento di ciò per soggiogare meglio la volontà della "lucciola" e piegarla ulteriormente ai suoi voleri ha iniziato a prenderla a morsi in pieno volto.

Nonostante l'atto di estrema brutalità, il colpo non è stato portato a termine. Aniello, infatti è stato messo in fuga dalla presenza di alcune vetture, che nel frattempo cominciavano ad avvicinarsi al luogo dove si stava consumando l'aggressione. Il rapinatore è letteralmente scappato, facendo perdere le sue tracce.

L'intervento dei carabinieri

Una pattuglia dei carabinieri del Nucleo radiomobile di Napoli e una volante della polizia di stato sono intervenute sul luogo della rapina, a seguito di una segnalazione.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Cronaca Nera

I militari dell'arma si sono messi subito sulle tracce del aggressore. Fortunatamente, dopo poche ore le forze dell'ordine hanno bloccato Aniello, non molto distante dal luogo del fatto. Gli uomini della benemerita hanno arrestato il 43 enne, per rapina aggravata. Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato tradotto presso il carcere di Poggioreale a Napoli a disposizione dell'autorità giudiziaria. La giovane bulgara è stata immediatamente soccorsa. La donna è stata ricoverata presso l'ospedale di Boscotrecase presso la provincia napoletana.

I medici, che l'hanno visitata le hanno riscontrato ferite lacero-contuse al volto ed escoriazioni alla regione parietale sinistra. Gli specialisti del nosocomio, poi hanno giudicato guaribili le sue ferite entro 15 giorni.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto