Un episodio increscioso e al contempo abbastanza inconsueto è quello che si è verificato nei giorni scorsi nella provincia di Verona, dove un uomo di settantaquattro anni ha purtroppo perso la vita a causa di una tragica fatalità, un incidente domestico che non gli ha lasciato scampo.

Pubblicità
Pubblicità

La vittima (O. G. le sue iniziali), secondo quanto riferisce il quotidiano Corriere della Sera, è stata trovata in casa con un'arteria recisa causata dalla ceramica del bidet del proprio bagno. Si stava lavando nel corso della notte, infatti, quando improvvisamente una scheggia di ceramica lo ha colpito. A lanciare l'allarme, la mattina di domenica 17 febbraio, una vicina di casa che si era insospettita dal rumore dell'acqua incessante proveniente dall'abitazione del piano di sotto, come se l'anziano avesse dimenticato il rubinetto aperto.

Verona, muore mentre fa il bidet: uomo dissanguato da una scheggia di ceramica - Teleclubitalia
Verona, muore mentre fa il bidet: uomo dissanguato da una scheggia di ceramica - Teleclubitalia

Verona: muore a causa di una scheggia del bidet, a lanciare l'allarme una vicina di casa

Però, dopo aver suonato insistentemente alla porta del signore senza ricevere alcuna risposta, la donna ha deciso di chiamare prima il fratello dell'uomo per assicurarsi che non fosse accaduto nulla. A quel punto, però, non riuscendo a capire cosa stesse accadendo, è stato necessario allertare i vigili del fuoco che sono dovuti intervenire per forzare la porta blindata. Una volta entrati dentro, la drammatica scoperta: l'uomo è stato ritrovato in una pozza di sangue nel soggiorno.

Pubblicità

Stando ad una prima ricostruzione della vicenda effettuata dai carabinieri di Legnago, l'anziano signore sarebbe morto dissanguato per una ferita alla gamba. Un incidente domestico piuttosto banale che però si è trasformato in una tragedia.

La ricostruzione effettuata dalle forze dell'ordine del posto

Secondo i primi accertamenti, l'uomo, nella notte tra sabato e domenica, si sarebbe appoggiato al bidet che inaspettatamente è finito in frantumi. Una scheggia gli si sarebbe conficcata in una gamba, recidendogli un'arteria. Consapevole della possibilità di incorrere in un'emorragia, il settantaquattrenne ha tentato di raggiungere il salotto, senza però riuscire nel suo intento a causa della ferita.

Nel momento in cui il personale medico è giunto all'interno dell'abitazione tramite ambulanza e automedica, non è stato possibile fare altro se non constatare il decesso dell'anziano signore, rimasto vittima di una tragica quanto assurda fatalità.

Leggi tutto