Hanno fatto irruzione nell’istituto statale Raul Brasil, due killer incappucciati ed armati che hanno iniziato a sparare all’impazzata, uccidendo otto persone e ferendone altre, prima di togliersi la vita. Le vittime che si contano al momento sono dieci, tra cui la dirigente scolastica ed un impiegato della scuola.

La sparatoria a Suzano

La sparatoria avvenuta questa mattina nell’istituto statale Professor Raul Brasil, intorno alle 9:30 locali (13:30, ora italiana) a Suzano, a 40 chilometri da San Paolo, la più popolosa città del Brasile, è stata resa nota dalla radio Band News, citando informazioni della polizia militare.

Il primo bilancio dei morti ammontava ad 8 persone: cinque sono studenti, oltre alla dirigente scolastica e i due killer di 17 e 25 anni che, dopo la sparatoria, hanno deciso di togliersi la vita. Qualche ora più tardi si è appreso che altre due persone sono decedute dopo essere state trasportate in ospedale a seguito delle gravi ferite subite durante l’attentato. Il bilancio dei feriti invece è attualmente salito a 23. Resta ancora sconosciuto il movente di una tale sanguinosa e folle azione.

A seguito delle prime indagini effettuate dalla polizia locale, nelle disposizioni dei due attentatori è stata trovata una pistola calibro 38, una balestra ed un arco con relative frecce. Inoltre, nello zaino di uno dei due giovani killer è stata trovata anche un’ascia.

La scuola Raul Brasil è un istituto comprensivo che ospita le scuole medie e superiori, 100 dipendenti e circa mille studenti di età compresa tra 11 e 18 anni.

Qualche minuto prima c'era stata un'altra sparatoria, poco lontano dalla scuola

Proprio pochi minuti prima, stando alle notizie riportate dai media locali, un concessionario di auto a qualche metro di distanza dall’istituto scolastico, era stato teatro di un’altra sparatoria.

La vittima, rimasta ferita nella prima sparatoria, secondo i media locali, sembrerebbe essere un parente dei due killer della scuola. Le autorità di San Paolo stanno verificando la possibilità di un nesso tra i due episodi. Si pensa inoltre che i due giovani attentatori possano essere ex studenti dell’istituto Raul Brasil.

Le parole del governatore di San Paolo

A seguito della tragedia, il governatore dello Stato di San Paolo, Joao Doria, ha fatto visita alla scuola in cui si è consumata la tragedia. “Sono costernato e sotto shock. È la scena più triste a cui ho assistito in vita mia” ha detto ai cronisti presenti sul posto.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!