Ciro Russo, l'uomo, che martedì mattina, a Reggio Calabria, ha cercato di uccidere la sua ex moglie, dando fuoco alla sua automobile, ieri sera è stato arrestato. Dopo più di 24 ore di dure e continue ricerche, per l'uomo, un pregiudicato di Ercolano (in provincia di Napoli) che era scappato dagli arresti domiciliari, è terminata la fuga.

Ad arrestarlo, nella tarda serata di ieri, sono stati gli agenti della Squadra mobile reggina e del Servizio centrale operativo: grazie a diversi interrogatori, soffiate, segnalazioni, ma soprattutto grazie al controllo delle telecamere poste in tutta la città, Russo è stato avvistato nel centro città, nei pressi di una pizzeria.

Il capo della Squadra mobile di Reggio Calabria, Francesco Rattà, ha spiegato che l'arresto è stato molto "rapido" ed infatti per questo il ricercato non ha avuto il tempo o la possibilità di tentare di fuggire e di reagire.

La donna resta in condizioni critiche

Ciro Russo, trasportato immediatamente in Questura, è stato fermato per tentato omicidio: è stato ascoltato dai magistrati della procura di Reggio Calabria, ma non ha negato le proprie responsabilità.

La donna, colpita dal liquido infiammabile, è ora ricoverata in prognosi riservata presso il Policlinico di Bari: nella notte, è stata sottoposta ad un intervento innovativo di escarectomia. La donna, le cui condizioni restano gravi ma stabili, è vigile.

La stessa, come spiegato dal Direttore del Centro Grandi Ustioni del Policlinico di Bari, ha riportato ustioni profonde su oltre il 50% del corpo, in particolar modo al viso e agli arti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

La ex moglie di Russo, ha chiesto ieri pomeriggio di denunciare l'accaduto alla Procura della Repubblica: nel frattempo, continuano le indagini, nonostante siano terminate con l'arresto di Russo le operazioni di ricerca, perché bisognerà ricercare ed arrestare gli eventuali complici dell'aggressore.

L'aggressione è avvenuta martedì mattina alla presenza di diversi studenti

Erano da poco passate le ore 9:00, martedì mattina, quando Ciro Russo ha messo in moto il suo terribile piano di "eliminare" la sua ex moglie dando alle fiamme, davanti al liceo artistico Frangipane, l’auto nella quale si trovava la donna.

L’uomo, avvicinatosi alla vettura della ex consorte che, alla visione dell’ex compagno, rapidamente ha tentato di fuggire, senza però riuscirci, finendo con l'auto contro un muro, ha gettato un liquido infiammabile all'interno del mezzo ed ha appiccato il fuoco, ed immediatamente è fuggito.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto