Per Timothy Ray Joner Jr, un 37enne ex ingegnere della Intel, originario dello stato di Lexington, nel South Carolina, dove viveva, è arrivata la condanna definitiva all'ergastolo, dopo un lunghissimo iter giudiziario durato diversi anni. Il soggetto è stato infatti riconosciuto colpevole di aver ammazzato a mani nude i suoi cinque figli, che avevano un'età compresa tra 1 e 8 anni.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo quanto riporta la stampa locale, pare che questo padre, durante uno degli interrogatori, abbia anche dichiarato che aveva voglia di sciogliere i suoi bimbi nell'acido, questo perché, sono sue queste parole, "volevo vedere le loro ossa in polvere". Una vicenda davvero raccapricciante, che sconvolse tutti gli USA. Adesso resterà in galera per il resto dei suoi giorni.

L'omicidio

Secondo quanto riporta ''Fox News'', sulle sue pagine online, l'uomo si era separato dalla sua moglie, e aveva ottenuto la custodia dei figli.

Usa, papà uccise i suoi cinque figli di età compresa tra 1 e 8 anni: per lui l'ergastolo
Usa, papà uccise i suoi cinque figli di età compresa tra 1 e 8 anni: per lui l'ergastolo

Nonostante i due avessero anche divorziato, la mamma vedeva con regolarità i suoi due figli, e nulla lasciava presagire che Timothy potesse compiere un gesto simile. Ad insospettirsi fu proprio la donna, che ormai da diverso tempo non sentiva il marito. La signora capì subito che c'era qualcosa che non andava, ma quello che si scoprì di lì a poco, sconvolse davvero tutti. Le indagini della Polizia federale degli Stati Uniti cominciarono in men che non si dica, e gli inquirenti scoprirono che l'uomo, insieme ai suoi figli, si era allontanato dalla città.

Pubblicità

Passarono pochi giorni, e i corpi dei poveri bimbi furono trovati addirittura al confine con lo stato del Mississipi. Il primo, e l'unico sospettato del delitto, è stato ovviamente Ray Jones, che senza remore ha descritto il suo folle piano che aveva studiato per sbarazzarsi dei suoi figlioletti.

Raptus per una presa elettrica rotta

L'uomo avrebbe compiuto il folle gesto per un motivo quanto mai banale, in quanto uno dei bambini avrebbe rovinato una presa elettrica.

Proprio qui è scattata l'ira dell'uomo, che ha fatto fuori tutti i bambini, uno alla volta, poi sarebbe rimasto per giorni a vagare in cerca di un posto dove nascondere i cadaveri degli stessi. Su di lui pendono cinque capi di imputazione per omicidio, la difesa, durante l'udienza finale che si è svolta negli scorsi giorni, ha sostenuto che l'uomo soffrisse di schizofrenia ed era matto. La corte però ha respinto decisamente le motivazioni della difesa, i pubblici ministeri non hanno infatti esitato ad emettere nei suoi confronti la massima pena prevista negli States in questi casi.

Pubblicità

Un altro particolare abbastanza inquietante di tutta questa vicenda, e che l'uomo avrebbe sostenuto davanti ai giudici che non portò a termine il suo folle piano in quanto una voce gli avrebbe sussurrato di amputare le gambe ad uno dei suoi figli.

Leggi tutto