Il video della capotreno che sopporta gli insulti sessisti e obbliga l’immigrato a pagare il biglietto del treno sta facendo il giro del web. Determinazione, abnegazione, senso del dovere e grande forza da parte di una donna che ha scelto di fare il suo dovere a difesa di tutti i passeggeri.

L’immigrato alla capotreno: “Io non pago il biglietto”

Un affronto plateale accompagnato da un insulto verso una donna.

Si è svolta così la scena di ordinaria follia su un treno regionale in partenza da Milano Malpensa e diretto a Milano Cadorna. E’ sera, sono circa le 20 di un giovedì come molti altri, fatto di passeggeri stanchi del lavoro di una settimana che sta per finire e di una giornata stretta nella morsa del caldo.

Sul treno sale un uomo giovane, probabilmente extracomunitario, che finge di non parlare bene la lingua italiana.

La favella, però, ritorna prontamente quando si tratta di rifiutare di pagare. E di offendere una donna, la capotreno, intimandole di tacere. Dal fondo del vagone, un passeggero seduto riprende la scena con un cellulare e la pubblica online. Scatta la solidarietà verso la capotreno, offesa e umiliata nel fare il suo lavoro.

Il terribile contenzioso nasce nel momento in cui la capotreno, una donna giovane e determinata, chiede all’immigrato il biglietto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Questi, non avendolo, le dice di non volerlo pagare con un secco e strafottente: “No, io non pago”. Questo, nonostante lo straniero avesse una banconota da 100 e una di 20 euro. La capotreno, a questo punto, ribadisce che il biglietto si paga, come hanno fatto tutti gli altri passeggeri e, quindi, anche a lui tocca pagarlo.

Il botta e risposta tra capotreno e migrante

Il giovane, quindi, ribadisce che lui il biglietto non lo vuole pagare e chiede che gli venga fatta la multa.

La capotreno, però, è irremovibile: i soldi ci sono, il servizio a bordo treno c’è, tutti gli altri hanno pagato. Deve pagare anche lui. Il passeggero non pagante inizia ad alzare la voce contro la donna fino a che non interviene un uomo. Determinato quanto la capotreno, questi decide allora di prendere le difese della donna e scagliarsi contro il capriccio dell’immigrato che non vuole pagare. Si alza in piedi, si avvicina al giovane e dice: “A casa tua vieni preso a bastonate, devi ringraziare che siamo anche gentili.

Paga e basta”. Alla fine della scena, i tre si allontanano dirigendosi verso testa treno. E qui avviene il fattaccio.

Appena pochi passi e l’immigrato offende la donna: “Stai zitta!”, ripetendolo per ben due volte. Ma lei, indomita, non se la tiene e con candida forza risponde: “Zitta lo dici a tua sorella” altrettante volte. L’ennesima testimonianza delle aggressioni verbali e fisiche che i capotreno subiscono da parte di alcuni passeggeri che non voglio pagare.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto