Una tragedia che sta commuovendo l’intero mondo del calcio: la piccola Xanita non ce l'ha fatta. La bambina, figlia di nove anni dell’allenatore Luis Enrique, si è spenta in seguito ad una grave forma di tumore alle ossa che le era stato diagnosticato cinque mesi fa. La sconvolgente notizia è arrivata attraverso un comunicato della famiglia. Già lo scorso marzo Enrique si era allontanato dalla guida della nazionale spagnola, dopo esser stato messo al corrente dai dottori della malattia della bimba proprio per rimanere vicino alla piccola nelle sue ultime settimane di vita.

"Nostra figlia – spiega la nota diramata giovedì sera dalla famiglia – ci ha lasciati questo pomeriggio a nove anni dopo aver lottato tenacemente contro il suo osteosarcoma".

Il commovente messaggio della famiglia di Xana

Nel comunicato l’allenatore ed i suoi cari ringraziano tutti coloro che hanno dimostrato affetto attraverso i tanti messaggi di sostegno arrivati in questi mesi e si dicono grati per la comprensione e la riservatezza dimostrati.

Infatti in molti, pur conoscendo il motivo della sua decisione di lasciare la panchina, avevano mantenuto la massima discrezione sulla vicenda. La nota continua con un sentito grazie a tutto il personale – medici, volontari ed infermieri – degli ospedali che hanno ospitato Xana, il Sant Joan de Deu ed il Sant Pau, sottolineando in particolare il lavoro svolto dal gruppo che si occupa delle cure palliative per i malati terminali.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera A.S. Roma

Infine il messaggio diffuso sui social si chiude con le ultime dolcissime parole di commiato alla bambina: “Ci mancherai tantissimo: ti penseremo ogni giorno, nella speranza che in futuro torneremo ad incontrarci – scrivono i genitori – sarai la stella alla guida della nostra famiglia. Riposa Xanita”.

Il mondo del calcio è in lutto

Naturalmente la notizia della tragedia che ha colpito l’allenatore ha fatto immediatamente il giro del mondo.

Luis Enrique è celebre per il suo passato di giocatore nel Barcellona e nel Real Madrid, oltre che nella nazionale spagnola a cui è seguita una brillante carriera sulla panchina del Barcellona e delle “Furie Rosse”, con un breve passaggio anche alla Roma. Numerosi sono stati i messaggi di cordoglio di personalità di spicco di tutta la Spagna, come il premier Pedro Sanchez o il tennista Rafael Nadal.

Tutto il mondo del calcio si è stretto intorno ad Enrique: molti dei principali club, giocatori, allenatori e tantissimi tifosi comuni hanno espresso vicinanza e affetto nei confronti dell’ex ct e della sua famiglia. Cordoglio anche in Italia – non solo da parte della A.S. Roma, che il tecnico aveva allenato nella stagione 2011/12, ma anche di esponenti di numerose altre squadre – verso un personaggio con il quale le nostre formazioni si sono spesso sfidate in campo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto