Grande perdita per il mondo del Basket lombardo, Alessio Allegri è morto a soli 37 anni il 16 dicembre in seguito ad un malore avuto in partita. La terribile vicenda è iniziata domenica pomeriggio, quando nel palazzetto sportivo di Rho si stava disputando la partita di serie C Silver tra Osl Garbagnate e La Torre di Torre Boldone. Il punteggio era ormai a 27 pari, quando Alessio, all'improvviso ha alzato il braccio per richiamare l'attenzione dei compagni e si è accasciato a terra.

Il giocatore è stato rianimato sul posto e poi immediatamente portata all'ospedale Sacco di Milano.

Nelle ultime ore la situazione sembrava migliorare, il cuore aveva ripreso a battere e si pensava che ce l'avrebbe fatta. Purtroppo, non è stato così.

Alessio Allegri era il capitano dell'Osl Basket Garbagnate

Alessio Allegri, soprannominato "Koeman", era amatissimo come giocatore nell'ambito del basket regionale, ma era altrettanto apprezzato come allenatore e istruttore. Allenava infatti nell'Osl Basket di Garbagnate Milanese tutte le squadre giovanili dai 6 ai 16 anni. Allegri, profondamente innamorato di questo sport, voleva trasmettere la sua passione anche ai più giovani, insegnando loro a non mollare e a combattere per i propri sogni.

In seguito al triste annuncio, sono moltissimi i messaggi di cordoglio e i pensieri dedicati ad Alessio sui social. I colleghi, i suoi ragazzi, le loro famiglie e i cittadini di Garbagnate Milanese hanno espresso tutto il loro affetto e la loro vicinanza: "Ci hai insegnato come si fatica per diventare bravi, ci hai insegnato come si compete e si lotta rispettando sempre l'avversario, ci hai insegnato che si può essere campioni e contemporaneamente grandi uomini!".

Altri scrivono: "Se tanti bambini di Garbagnate giocavano a basket, il merito era principalmente tuo. Da un lato li hai avvicinati grazie alle tue partite, dall'altro con il tuo costante lavoro di allenatore". Queste sono solo alcune delle meravigliose parole rivolte al capitano dell'Osl Garbagnate, uomo che tutti hanno descritto come "un'anima buona".

Alessio stava per diventare papà

Ad aumentare il dispiacere per questa perdita, si aggiunge anche il fatto che il giovane giocatore sarebbe presto diventato papà.

La moglie aspetta infatti un bambino che nascerà tra poche settimane e che purtroppo non avrà mai la fortuna di poter abbracciare il padre.

Gli amici di Allegri ricordano con post commoventi, la gioia e l'eccitazione del giovane per l'imminente nascita del figlio: "Ricordo ancora quando parlavamo di che nome avresti dato al tuo bimbo nel caso fosse stato maschio". Qualcuno aggiunge ''Tuo figlio, quando sarà grande, potrà chiudere gli occhi e rivedere suo padre nei racconti delle persone che lo hanno conosciuto, ed essere fiero di lui''.

Segui la nostra pagina Facebook!