Vigilia di Natale di sangue sulle strade venete. Ieri, Luca Pezzutti, un ragazzo di 17 anni è uscito di casa per provare la sua nuova Moto da cross, una Honda, ed è morto dopo pochi km. Il giovane, residente con la famiglia a Pescincanna (frazione di Fiume Veneto, comune a nord ovest di Pordenone) si era appena comprato la poderosa due ruote come regalo di Natale.

'Esco a provare la moto'

Ieri mattina, Luca, è uscito di casa raggiante. In mano, aveva le chiavi della sua nuova motocicletta tanto desiderata e sognata: una Honda da cross.

Il giovane che aveva compiuto 17 anni a luglio, da qualche mese era stato assunto come idraulico da un'azienda della zona ed era un grande appassionato di due ruote; per questo con i primi stipendi aveva deciso di farsi un regalo di Natale davvero speciale e di comprarsi la motocicletta.

Pochi giorni fa, Luca aveva ritirato la sua Honda nuova fiammante dalla concessionaria e ieri, per la prima volta, l'aveva provata su strada. Intorno alle 11, felicissimo, aveva salutato i genitori e si era messa in sella.

Poco più tardi, però, a meno di due km di distanza dalla sua abitazione di Pescincanna, mentre percorreva Via Viatta (sempre nel comune di Fiume Veneto) ha perso il controllo del mezzo ed è finito, rovinosamente, contro il ponticello di ingresso di una casa.

Inutili i soccorsi

Luca è caduto nel "tombotto" del fossato e, l'impatto violentissimo, non gli ha lasciato scampo. Il 17enne è morto sul colpo.

A dare l'allarme è stato un uomo che in quel momento, si trovava in un campo vicino a tagliare la legna. Alle forze dell'ordine ha spiegato di non aver assistito alla caduta, ma di aver visto sfrecciare moto di Luca e, pochi istanti più tardi, di aver sentito un forte botto.

Sul posto, sono subito giunti i mezzi di soccorso (un'ambulanza con medico a bordo e un equipaggio dei Vigili del fuoco del vicino distaccamento di San Vito al Tagliamento) e la Polizia di Spilimbergo che ha effettuato i rilievi del caso.

Luca, secondo quanto ricostruito finora, indossava regolarmente il casco e, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo della moto da cross in prossimità di una leggera curva che conduce su un rettilineo asfaltato. I genitori del 17enne, subito avvertiti dell'accaduto, sono corsi disperati sul luogo del terribile incidente.

Questo 2019 che sta con volgendo a termine è stato particolarmente nero sulle sulle strade italiane. Come sottolineato dall’Osservatorio ASAPS (Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale) nei primi 9 mesi dell'anno, infatti, si sono verificati 111 incidenti che hanno causato il decesso di 244 persone.

26 degli schianti mortali sono avvenuti lungo le autostrade, 75 lungo strade statali e provinciali e i restanti 10 nei centri abitati.

Segui la nostra pagina Facebook!