Luca Franzese, questo è il nome del ragazzo, aveva chiesto aiuto a tutti attraverso un video sulla sua pagina Facebook : "Le istituzioni devono aiutarci siamo da 24 ore chiusi in casa con mia sorella morta". Nel filmato in questione il napoletano avvisa: "Le immagini sono troppo forti" e riprende la defunta su un letto, con le lacrime agli occhi. La sorella di Luca, Teresa Franzese di 47 anni, sarebbe deceduta nella giornata di sabato e la sera dello stesso giorno i familiari hanno chiesto di effettuare l'esame del tampone sulla salma, in quanto Teresa, affetta da epilessia, era un soggetto a rischio.

Aspettava delle risposte il ragazzo, dato che il medico di famiglia non si era presentato, il 118 che ne aveva constatato il decesso non era munito di test e le pompe funebri non erano andate a prelevare il cadavere di sua sorella. Nella stessa abitazione di Piazza San Carlo II, specifica 'Il Mattino', si troverebbero anche i genitori anziani del Franzese e un'altra sorella insieme al marito e a due figli.

Luca Franzese è in isolamento

Ha deciso di autoisolarsi il ragazzo napoletano: teme di aver contratto il Coronavirus, perché aveva eseguito la respirazione bocca a bocca su sua sorella, nel tentativo di rianimarla. Luca Franzese voleva sottoporsi al test del tampone ma gli era stato negato, almeno fino a quando non sarebbe stata accertata la positività di Teresa Franzese al Covid-19; cosa che è avvenuta il giorno successivo.

Il 9 marzo il ragazzo ha pubblicato un altro video sul suo profilo Facebook in cui appare con una mascherina (di tipo chirurgico). "Mia sorella è risultata positiva. Resteremo in casa, sto lontano dalla mia famiglia ma lo faccio per il bene di tutti". L'intera famiglia del Franzese è in quarantena nella propria abitazione.

Borrelli: 'Sono un esempio di civiltà'

Il Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli ha seguito personalmente il caso di Luca Franzese, insieme al giornalista Pino Grazioli. Nella sua pagina Facebook nella giornata del 10 marzo, Borrelli ha scritto: "È una vicenda assurda. Sono vicino a Luca Franzese e ai suoi familiari, hanno ed avranno tutto il mio sostegno.

La salma della povera Teresa è stata presa in carico da una ditta di onoranze funebri attrezzata per queste evenienze". Francesco Emilio Borrelli invita, inoltre, coloro che sanno di essere stati contagiati o chi è soggetto a rischio, a stare in isolamento per non mettere in pericolo gli altri; ed aggiunge: "Di questa vicenda è stata informata anche la direzione dell'Asl Napoli 1".