Ospite nella trasmissione ‘La Vita in diretta’ in onda su Rai Uno, il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato quanto già ipotizzato nei giorni scorsi sulla proroga per la riapertura delle scuole. ‘Si andrà oltre il 3 aprile’ ha annunciato il ministro, ricordando come la priorità in questo momento sia quella di salvaguardare la salute degli studenti e degli insegnanti. In base agli scenari attuali, ha continuato il Ministro, le notizie sulla didattica a distanza fino a luglio non hanno alcun fondamento. Per quanto riguarda gli esami di maturità invece, sarà prevista una commissione di membri interni, solo il presidente sarò esterno.

Proroga certa, scuole chiuse anche oltre il 3 aprile

Il ministro dell’istruzione Lucia Azzolina ha parlato a 'La vita in diretta' della situazione scolastica in relazione al Coronavirus e ha annunciato ufficialmente che ci sarà una proroga per la riapertura delle scuole oltre il 3 aprile. Come riferito dal Ministro, la chiusura delle scuole serve a garantire e tutelare gli studenti e il personale della didattica. ‘La salute in questo momento è la priorità’ ha annunciato la Azzolina. Fino a quando non sarà sicuro per gli studenti, quindi, non si tornerà tra i banchi di Scuola. Secco no per il momento sulla possibilità di andare a scuola fino a luglio o addirittura ad agosto. Il Ministro ha definito senza fondamento le notizie sulla didattica a distanza, comunicando che questo significherebbe che gli insegnanti attualmente non stanno lavorando, ma così non è.

La didattica a distanza al momento sta funzionando e, solo in caso di necessità, si valuteranno ulteriori scenari. Per chi doveva essere rimandato, ha riferito poi il Ministro, 'sarà permesso il recupero degli approfondimenti laddove necessario', ma si tratta di decisioni al vaglio del Governo che dipenderanno da quando si tornerà a scuola.

Per la maturità esame serio e nelle migliori condizioni

La Azzolina è intervenuta anche sul tema della maturità 2020, cercando di tranquillizzare gli studenti e fornire loro alcune anticipazioni. La commissione, come spiegato dal ministro, sarà composta da sei professori interni, mentre il presidente sarà esterno.

I professori che attraverso la didattica a distanza stanno seguendo gli studenti potranno valutare il loro apprendimento nella piena consapevolezza degli argomenti trattati. Il presidente esterno, invece, garantirà la regolarità dell’esame e il livello di preparazione raggiunto dagli studenti. ‘L’esame sarà serio e avverrà nelle migliori condizioni possibili’ ha spiegato il Ministro dell'istruzione, comunicando che nei prossimi giorni verranno fornite ulteriori informazioni sulle modalità di svolgimento sia dell’esame di maturità che dell’esame di terza media.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!