Il produttore e conduttore radiotelevisivo, nonchè giornalista, Zororo Makamba è deceduto per Coronavirus lunedì 23 marzo ad Harare, capitale della Repubblica dello Zimbabwe, presso il Wilkins Hospital, aveva da poco compiuto 30 anni.

Con la sua morte, il Paese ha registrato il primo decesso causato nel territorio dal virus che in queste settimane sta mietendo vittime in tutto il mondo. Makamba era la seconda persona trovata positiva al Covid-19 nello Zimbabwe. Il primo soggetto positivo, individuato il 20 marzo, era un trentottenne di Victoria Falls, rientrato da pochi giorni in città dopo un viaggio in Inghilterra.

La notizia della morte del noto conduttore africano in seguito a coronavirus, data lunedì su Twitter dal suo amico Mutumwa Mawere, è stata successivamente confermata dal ministro della Salute e dell'Infanzia Obadiah Moyo.

Zororo Makamba era presentatore e co-produttore

Nato ad Harare il 17 gennaio del 1990, Zororo Makamba iniziò la propria carriera di conduttore alla ZiFM, la prima stazione radio privata del Paese.

Successivamente, passando dalla radio alla televisione, condusse il talk-show "Tonight with Zororo", che gli valse il NAMA (National Art Merits Awards) per la Miglior Produzione Televisiva.

Attualmente era direttore e co-fondatore della digital media agency Eleven Dogs Inc, nonché presentatore e co-produttore di "Point of view with Zororo Makamba", un talk-show in onda sul web.

Makamba era tornato da un viaggio a New York il 9 marzo.

Alcuni giorni dopo il rientro aveva iniziato a manifestare i primi sintomi di una sindrome simil-influenzale. Giovedì scorso, in seguito a un peggioramento delle sue condizioni di salute, dopo aver contattato il proprio medico curante, era stato posto in isolamento presso il Wilkins Hospital. Il tampone effettuato dopo il suo arrivo in ospedale era risultato positivo.

Zororo Makamba era affetto da patologie pregresse.

Il conduttore radiotelevisivo, il quale era stato sottoposto l'anno scorso a un intervento chirurgico per la rimozione di un tumore, soffriva di Miastenia gravis, una malattia neuromuscolare autoimmune.

Coronavirus nello Zimbabwe: nuove misure per il contenimento dei contagi

In seguito alla morte di Makamba, primo paziente deceduto a causa del coronavirus nello Zimbabwe, il presidente Emmerson Mnangagwa ha annunciato lunedì sera, tramite un discorso alla nazione, nuove stringenti misure per il contenimento della pandemia nel Paese africano, al fine di bloccare l'avanzata del coronavirus in Africa.

Tra le misure messe in atto, lo sbarramento immediato dei confini, eccetto che per il rientro dei residenti e per le merci, nonché la chiusura di bar, discoteche e altri luoghi di ritrovo e svago. Vietati anche gli incontri che prevedono l'assembramento di più di cinquanta persone.

Segui la nostra pagina Facebook!