Paolo Maldini e suo figlio Daniel sono risultati positivi al Coronavirus. In un'intervista al Corriere della Sera, l'ex capitano rossonero, ha raccontato la sua esperienza dopo aver scoperto, attraverso un tampone, di essere positivo al Covid-19. Attualmente l'ex calciatore è in fase di guarigione ed il peggio è passato. Anche la moglie e il primogenito Christian hanno avuto brutte influenze alcune settimane fa. Maldini ha rassicurato tutte le persone che l'hanno sostenuto in questo periodo.

Paolo Maldini ha contratto il Coronavirus

Paolo Maldini ha iniziato ad avere i primi sintomi giovedì 5 marzo. Fra i sintomi accusati da Maldini, tipici del Coronavirus, ci sono stati dei forti dolori alle articolazioni e ai muscoli, la febbre, anche se mai più di 38 e mezzo. L'ex capitano della Nazionale si è curato con la Tachipirina, evitando di prendere antivirali in quanto non ha avuto mai delle difficoltà respiratorie. Il tampone non è stato fatto subito, dal momento che, all'inizio, si è pensato si trattasse di una normale influenza.

In seguito, avendo scoperto che una persona che lavora con lui ed un suo amico, che lui stesso aveva incontrato il 23 febbraio, erano risultate positive al Covid-19, i medici dell'ASL, con guanti e mascherine, sono andati nella sua abitazione per effettuare il tampone martedì scorso. Due giorni dopo è arrivato il verdetto che confermava che lui e suo figlio Daniel erano positivi.

I pensieri e le paure

Maldini ha raccontato di avere capito subito che c'era qualcosa che non andava nel suo corpo, al punto di aver intuito che non si trattasse di una normale influenza, per la quale, aveva già fatto il vaccino in precedenza. Paolo ha un suo caro amico che attualmente è ricoverato all'ospedale di Legnano e non riesce a respirare, ha gli incubi e non riesce nemmeno a dormire, a lui invece è andata meglio.

Attualmente è confinato a casa da quasi 3 settimane con la sua famiglia. Fortunatamente, Paolo Maldini ha raccontato di riuscire a dormire fin troppo la notte e che non era abituato a farlo. All'inizio della malattia, l'ex calciatore rossonero riusciva a dormire 9 ore la notte e anche al pomeriggio si riaddormentava. Psicologicamente è stata una dura prova da affrontare, ma l'ha sollevato anche il pensiero di non avere più i genitori, perchè per loro, avere un figlio e un nipote contagiati dal Coronavirus, sarebbe stato un pensiero grande e lui stesso sarebbe stato in ansia per loro.

Il video di ringraziamento su Instagram

Paolo Maldini, nella giornata di ieri, ha pubblicato un video sul suo profilo Instagram per ringraziare tutte le persone che si sono preoccupate per lui e per suo figlio Daniel, durante questi giorni. Oltre ai ringraziamenti ai followers che l'hanno sostenuto, l'ex calciatore del Milan ha voluto ringraziare anche la protezione civile, gli infermieri, i medici, le forze dell'ordine che stanno aiutando il nostro paese in questa situazione di emergenza. Maldini ha inoltre affermato di stare bene attualmente ed è fiducioso che sia lui, sia suo figlio, riusciranno a debellare e sconfiggere questo virus in una settimana.

Sotto al video, che ha avuto oltre 600.000 visualizzazioni, quasi 200.000 cuoricini di apprezzamento e oltre 17.000 commenti, non sono mancate parole di incoraggiamento da parte di ex colleghi e campioni dello sport, fra i quali Kakà, Francesco Totti e Carles Puyol. Non sono mancati, inoltre, anche personaggi dello spettacolo a dare il loro sostegno a Paolo. Molti dei commenti ricevuti recitano: "Grande capitano". Qui sotto il video in cui Paolo Maldini ringrazia tutti per l'affetto ricevuto.

Segui la nostra pagina Facebook!