Il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, nelle scorse ore ha dichiarato di voler riaprire il Paese. La pandemia provocata dal nuovo Coronavirus in queste settimane sta colpendo violentemente tutti i 50 stati americani. La situazione è piuttosto seria a New York, dove si registra la metà dei contagi e dei decessi di tutti gli Usa. Per il numero uno della Casa Bianca non si può tenere tutto chiuso per i prossimi cinque anni. Trump ha rilasciato tali dichiarazioni durante la visita ad una fabbrica dell'Arizona: quest'ultima uscita è al centro di vivaci polemiche, in quanto Donald Trump parlando al pubblico non ha indossato la mascherina.

Donald Trump: 'Non resteremo confinati nelle nostre case'

Parlando all'emittente televisiva Abc News, uno dei principali canali televisivi degli Stati Uniti, il tycoon ha dichiarato che "non possiamo tener chiuso il nostro Paese per i prossimi cinque anni". E proprio per questo il Presidente si augura che si possa ripartire al più presto. I giornalisti gli hanno chiesto se sarà comunque possibile perdere ancora delle vite umane, e il Presidente su questo punto ha risposto affermativamente. Ieri 5 maggio intanto negli States ci sono stati 2.333 morti a causa della Covid-19, un numero che è più del doppio rispetto al giorno precedente. Nel mondo ci sono oltre 3 milioni e mezzo di casi, e solo negli Usa questa ci sono 1,2 milioni di infetti, almeno queste sono le cifre riportate dalla Johns Hopkins University.

L'America nelle ultime settimane è divenuta il nuovo focolaio della pandemia e recentemente ci sono state anche delle manifestazioni contro il lockdown imposto da alcuni governatori, come accaduto ad esempio in Michigan.

Il Presidente annuncia l'eliminazione della task force anti pandemia

E sempre nelle scorse ore il tycoon ha comunicato di voler destituire la task force governativa anti Covid-19.

La decisione arriva a poche ore dall'intervento del virologo Anthony Fauci, che ha criticato la tesi sollevata dal Segretario di Stato, Mike Pompeo, secondo la quale il virus sarebbe sfuggito da un laboratorio di Wuhan, dicendo di avere numerose prove a carico della Cina. Anche Donald Trump ha sostenuto questa teoria recentemente e anche in quel caso Fauci ha ricordato al Presidente che il patogeno in questione è assolutamente naturale.

La task force è composta anche da Debora Birx e Mike Pence. Il numero uno della White House dal suo Studio Ovale ha ringraziato gli scienziati per il loro lavoro, annunciando che entro fine maggio il loro impiego cesserà. Per Trump, Pence e il suo gruppo hanno fatto un buon lavoro, ma adesso il tycoon sostiene che bisogna pensare ad una riapertura in sicurezza.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!