Ryanair, nella giornata di domenica 24 maggio, ha pubblicato su Twitter un video che mostra ai passeggeri come verranno organizzati i voli alla ripresa. La compagnia irlandese ha recepito con favore le linee guida dell'Ue sull'utilizzo delle mascherine e ha annunciato che l'obbligo del dispositivo di protezione sanitaria facciale servirà a garantire la sicurezza dei clienti e dell'equipaggio.

L'azienda, invece, è in disaccordo per quanto riguarda la misura della quarantena di 14 giorni disposta dalla Gran Bretagna per i voli a partire dall'8 giugno. "Non ha basi scientifiche o mediche", ha annunciato l'amministratore delegato Michael O'Leary.

Ryanair e le mascherine obbligatorie, l'esperto spiega come ridurranno la diffusione della Covid-19

Nel video pubblicato su Twitter, Ryanair spiega quali sono le nuove regole da seguire per la ripresa dei voli e per la sicurezza a bordo degli aerei. La compagnia ha annunciato che le mascherine di protezione saranno obbligatorie, come dispongono le linee guida europee in materia di volo, sia per i clienti che per l'equipaggio.

Nella descrizione della clip, si legge: "La salute e la sicurezza dei nostri passeggeri è molto importante per noi. Ecco perché le mascherine saranno obbligatorie su tutti i nostri voli una volta tornati a servizio". Nel video, il professore Luke O'Neill della School of Biochemistry and Immunology del Trinity College di Dublino spiega con quali modalità si potrà contrastare la diffusione dell'epidemia: "Gli studi hanno dimostrato che il 95% della carica virale rimarrà intrappolato nella mascherina, non è fantastico?

- afferma l'esperto - Quindi se ci sono due persone che indossano la mascherina non ci sarà praticamente nessuno scambio di virus tra quelle due persone".

Sì alle mascherine, no alla quarantena obbligatoria in Gran Bretagna

L'amministratore delegato del gruppo Ryanair, Michael O'Leary, ha affermato che l'uso delle mascherine sarà utile per contenere la diffusione del virus: "Sollecitiamo vivamente i governi europei, in particolare quelli di Irlanda e Regno Unito, a imporre l'uso di mascherine per i passeggeri delle compagnie aeree, dei treni e della metropolitana, in quanto questo è il modo migliore per limitare la diffusione della Covid-19 in ambienti di trasporto pubblico in cui il distanziamento sociale non è possibile".

Al contrario, invece, il dirigente della società irlandese ritiene che la regola della quarantena di 14 giorni per i passeggeri che arriveranno in Gran Bretagna a partire dall'8 giugno sia inefficace e inattuabile: "La necessità di mettere in quarantena gli arrivi internazionali non ha basi scientifiche o mediche - ha evidenziato - Accogliamo con favore la raccomandazione dell'Unione europea sulle mascherine per il viso ma chiediamo al governo irlandese e britannico di abbandonare le loro restrizioni di quarantena inspiegabili, inefficaci e inapplicabili".

Clienti Ryanair insoddisfatti

Come mostrano alcuni commenti scritti su Twitter, i passeggeri non hanno accolto con favore l'obbligo di mascherina. Alcuni clienti, infatti, sostengono che la compagnia debba lasciare il diritto di scegliere se indossarle o meno.

"Per molte persone la respirazione è estremamente difficile quando naso e bocca sono coperti", ha scritto un utente sul social network. "Posso capirlo - ha sottolineato un'altro consumatore nel commentare il video - ma non riesco a capire perché le persone dovrebbero voler viaggiare se costrette ad indossare mascherine di sicurezza".

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Viaggi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!