Una falda freatica di acqua salinizzata è stata scoperta negli scorsi giorni a Tuturano, in provincia di Brindisi, durante lo scavo che serve per la posa dei tubi del gasdotto Snam-Tap. I lavori sono stati immediatamente bloccati e sul posto, che si trova in contrada San Paolo, sono intervenuti anche i tecnici dell'Arpa. I professionisti hanno effettuato delle verifiche sull'acqua che fuoriesce dalla falda: secondo quanto scrive la testata giornalistica online Brindisi Report, si tratta di acqua non adatta agli usi civili in quanto contiene grandi quantità di cloruri. Visto che non è possibile utilizzarla neanche per scopi agricoli adesso sarà la stessa società Snam a smaltire i liquidi reflui negli impianti presenti sul territorio.

Falda sovrautilizzata negli anni

I tecnici dell'Arpa hanno spiegato che è normale trovare acqua salinizzata in un'ampia fascia di territorio brindisino, soprattutto in quella che va dall'entroterra alla costa. L'acqua, sempre secondo quanto spiegano le autorità, si sarebbe salinizzata proprio a causa del sovrautilizzo della stessa ma anche a causa della siccità, un fenomeno quest'ultimo che colpisce in modo particolare il territorio pugliese. Tutti questi fattori hanno consentito l'infiltrazione profonda di acqua marina che ha quindi impoverito le risorse di acqua dolce presenti nel terreno. Per adesso i lavori sono bloccati, questo perché la direzione del cantiere sta impiegando autocisterne e idrovore per cercare di risolvere il problema della fuoriuscita dei liquidi reflui.

Non si sa quanto tempo ci vorrà per poter riprendere lo scavo. I lavori per la costruzione del gasdotto Snam-Tap sono iniziati nel 2019 e sono giunti ormai alle fasi finali.

Gli abitanti del posto hanno notato le autobotti

In quest'ultimo periodo gli abitanti di contrada San Paolo, dove sono presenti anche delle aziende agricole, si sono chiesti che cosa ci facessero tutte quelle autobotti in zona.

Anche i proprietari dei terreni agricoli hanno voluto vederci chiaro sulla vicenda. Snam precisa ulteriormente che in questo caso non si è in presenza di uno spreco idrico e l'azienda utilizza ormai sperimentati protocolli per lo smaltimento delle acque reflue. In grandi opere come appunto quella del gasdotto Snam-Tap non è raro trovare falde freatiche.

Se l'acqua trovata vicino a Tuturano fosse stata buona per gli usi civili sarebbe stata utile per scopi agricoli, oppure sarebbe stata immessa in altre falde. Tra l'altro le persone che vivono in zona non si sono potute neanche avvicinare all'area del cantiere per capire che cosa stesse succedendo: il cantiere è sorvegliato infatti da un apposito servizio di vigilanza a tutte le ore del giorno e della notte.

Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!