Dramma sulle montagne della Valcamonica, in provincia di Brescia. La giovane Veronica Copeta, 18 anni da compiere tra pochi giorni (il 18 settembre) è morta ieri, sabato 5 settembre, durante un'escursione in famiglia. Secondo quanto ricostruito, la ragazzina, sarebbe inciampata sul sentiero e precipitata per un centinaio di metri. La notizia di Cronaca Nera è stata resa nota dal Giornale di Brescia.

L'escursione in famiglia

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del comando di Breno, la tragedia si è consumata in pochi istanti intorno a mezzogiorno di ieri. Veronica, studentessa al liceo delle Scienze umane Fabrizio De André, e la sorella gemella Silvia stavano seguendo i genitori lungo il sentiero che dal "Rifugio alla Cascata" (nel territorio di Vezza d'Oglio, in provincia di Brescia) conduce fino al lago Aviolo, un bacino lacustre semi-artificiale situato a circa 1900 metri s.l.m, nel comune di Edolo, all'interno del Parco dell'Adamello.

A un certo punto, a quota 1600 metri s.l.m. per cause ancora in fase di accertamento, la ragazza avrebbe messo un piede in fallo, in uno dei pochi "tratti esposti" e sarebbe precipitata per circa 100 metri finendo in un canalone e sbattendo, violentemente, contro le rocce.

Da quanto riportato dalla stampa locale, l'escursione non era considerata particolarmente impegnativa e la famiglia Copeta, appassionata di montagna, l'aveva già affrontata più volte in passato.

Lunedì 7 settembre l'addio a Veronica

I genitori che hanno assistito impotenti alla caduta di Veronica hanno subito allertato il 118. In pochi minuti, si sono attivati i soccorsi e sul posto sono giunti l'equipe medica dell'elisoccorso di Sondrio, gli uomini del soccorso alpino e la Guardia di Finanza.

Purtroppo, il medico - calato nel dirupo con un verricello - non ha potuto fare altro che decretare il decesso della giovane. Veronica, infatti, è morta sul colpo a causa delle gravissime ferite riportate. La salma, ricomposta presso il campo base di Edolo, è stata riconsegnata alla famiglia dopo i rilievi del caso, affidati al comando della compagnia dei Carabinieri di Breno.

I militari, come riportato dalla stampa locale, hanno escluso escluso ogni responsabilità di terzi.

I funerali della studentessa sono già stati fissati per domani, lunedì 7 settembre. Le esequie saranno celebrate alle 15:30 nella parrocchiale di San Giuseppe Lavoratore, nel cuore del Villaggio Violino di Brescia, dove la giovane viveva con i genitori, la sorella e due fratelli più grandi.

La notizia della tragica morte di Veronica ha colpito e addolorato l'intero quartiere. La famiglia Copeta, molto attiva nel sociale, è infatti piuttosto conosciuta in zona. Papà Stefano, impiegato alla Cembre, è membro dell’associazione "I semi del Villaggio" e canta nel coro della parrocchia.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!