Voleva una foto ricordo della giornata di vacanza passata insieme al compagno a Tirrenia, frazione marina del comune di Pisa. Così, nella tarda mattinata di domenica 6 settembre, Eleonora Parisi, 43enne originaria di Settimo Torinese, è entrata in un giardino adiacente al Bagno Imperiale, uno stabilimento balneare.

In quella zona si trovava una trave in muratura sorretta da due finte colonne romane. La donna si è messa in posa per farsi fare una foto, aggrappandosi alla struttura, ma la trave improvvisamente ha ceduto, staccandosi dal supporto e crollandole addosso. Il pezzo di cemento ha colpito l’incauta turista alla testa e al collo: l’impatto è stato molto violento, tanto che dopo pochi minuti la 43enne è morta, davanti agli occhi del compagno.

I soccorritori, giunti rapidamente a Tirrenia, non hanno potuto far altro che constatare il decesso della 43enne

Immediatamente, per prestare i primi soccorsi alla donna, sono intervenuti altri turisti ed il fidanzato, originario della provincia di Firenze. Quest’ultimo era entrato con la vittima nel giardino per scattarle la foto: quando ha visto la trave crollare sulla compagna ha subito chiesto aiuto.

In pochi minuti il centralino del 118 ha mandato a Tirrenia due ambulanze: una della Pubblica assistenza che opera sul litorale pisano e un’altra della Misericordia di Pisa. Purtroppo il personale medico, una volta giunto sul posto, non ha potuto far altro che constatare l’avvenuto decesso della 43enne, spirata subito dopo l’incidente.

La coppia era giunta a Tirrenia per trascorrere una giornata di vacanza al mare

La tragedia è avvenuta in un’area all’esterno dello stabilimento balneare interdetta al pubblico, tanto che sono presenti diversi cartelli che indicano il divieto di accesso in quella zona. Invece i due, che erano arrivati a Tirrenia par passare insieme la domenica al mare nella località turistica tra Livorno e Pisa, hanno deciso di introdursi nel giardino, pur non essendo clienti del Bagno Imperiale.

Quindi la coppia ha oltrepassato le siepi che delimitano l’area dalla piazza confinante con il complesso. Quel parco è caratterizzato da una serie di elementi architettonici che richiamano le caratteristiche costruzioni dell’antica Roma: la vittima deve aver pensato che lo scenario era perfetto per scattare la foto che poi si è rivelata fatale.

Sull’incidente di Tirrenia indagano i carabinieri di Pisa

Pochi minuti dopo la tragedia sono giunti presso lo stabilimento balneare di Tirrenia anche i carabinieri di Marina di Pisa, che hanno effettuato una prima ricostruzione dei fatti e hanno messo i sigilli all’area in cui è avvenuto l’incidente, pur consentendo al lido di proseguire le attività. Ad indagare sulla vicenda sono i militari dell’Arma, sotto il coordinamento del pm Giovanni Porpora della procura di Pisa: il magistrato nelle prossime ore potrebbe autorizzare l'autopsia sul corpo della vittima.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!