Non si conoscono i motivi del litigio con la moglie: di certo un 48enne della provincia di Como si è molto alterato dopo una discussione tra coniugi. Infatti è uscito di casa per fare una passeggiata, in modo da far sbollire la rabbia, che doveva essere davvero tanta, visto che ha camminato per giorni e giorni senza avvisare la famiglia. Una volante della polizia, impegnata nei controlli anti-Covid, lo ha trovato nella notte tra domenica 29 e lunedì 30 novembre mentre vagava, stanco e infreddolito, lungo la Nazionale Adriatica a Gimarra, nei dintorni di Fano, in provincia di Pesaro-Urbino. L’uomo, verso le due di notte, è stato portato in commissariato, dove ha raccontato di essere andato via dalla propria abitazione per schiarirsi le idee, dopo l’ennesima lite con la moglie: così camminando camminando era giunto fin lì.

La lunga camminata dopo il litigio con la moglie

Una storia come tante altre, se non fosse stato che, secondo i documenti che portava con sé, l’uomo risiedeva in provincia di Como, a poco meno di 450 chilometri di distanza da Fano. Così i poliziotti hanno voluto chiarire questa situazione, apparentemente assurda: inserendo i dati nel computer hanno scoperto che in effetti il 48enne era scomparso da casa da una settimana. La moglie, non vedendolo più tornare, dopo alcuni giorni ha presentato denuncia in questura a Como. Inoltre la testimonianza della donna confermava le parole del marito: dopo l’ennesima discussione con lei, era uscito di casa a piedi e da quel momento si era come volatilizzato nel nulla. Da allora l’uomo ha percorso circa 65 chilometri al giorno, poco più di due e mezzo all’ora, senza fermarsi mai.

La moglie è corsa a Fano a riprendersi il marito

Il 48enne avrebbe confessato agli agenti di avere fatto l’intero percorso a piedi, senza prendere alcun mezzo: lungo la strada tanta gente si sarebbe mostrata generosa, offrendogli da mangiare e da bere. Immediatamente i poliziotti hanno avvisato la moglie del ritrovamento, spiegandole che il 48enne stava bene, anche se era logicamente un po’ affaticato: quindi per qualche ora il protagonista di questa singolare vicenda ha potuto riposare in una stanza di albergo messagli a disposizione.

La donna è subito partita da Como per andare a riprendersi il marito. Arrivata, ha avuto una brutta sorpresa, si spera non foriera di nuovi litigi: ha dovuto pagare una multa di 400 euro nei confronti del 48enne, colpevole di aver violato il coprifuoco che impedisce a chiunque di uscire dalle 22 di sera alle 5 del mattino.

Le reazioni della rete alla storia della camminata di 450 chilometri dopo il litigio tra moglie e marito

La vicenda ha suscitato molta curiosità sul web. In tanti hanno paragonato il 48enne a Forrest Gump, il celebre personaggio interpretato da Tom Hanks, che nel film di Robert Zemeckis si ritrovava a correre per anni e anni, senza fermarsi mai. Quindi parecchi commentatori hanno ironicamente esaltato l’impresa del marito, mentre altri hanno provato a scoprirne l’identità. Qualcuno ha criticato la decisione di multarlo, visto che molto probabilmente ha agito sotto shock, dopo il litigio con la moglie. Qualcun altro ha sottolineato amaramente come il protagonista della storia abbia sfogato la propria rabbia in un modo assurdo, ma di certo migliore di qualsiasi ricorso alla violenza.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!