Ha colpito la madre con un coltello da cucina, quindi è scappata via ed è stata ritrovata dai carabinieri mentre vagava senza meta in stato confusionale. La giovane quattordicenne di Miradolo Terme (provincia di Pavia) che ha aggredito la mamma è stata fermata dalle forze dell'ordine con l'accusa di tentato omicidio aggravato, e attualmente si trova nel carcere minorile Beccaria di Pavia a disposizione dell'autorità giudiziaria.

L'aggredita, una trentacinquenne di origini romene, è stata trasportata d'urgenza all'ospedale di Lodi dove è stata prontamente medicata e per sua fortuna non risulta in pericolo di vita.

Al momento non sono ancora stati chiariti i motivi dell'aggressione.

La quattordicenne ha chiuso le sorelle in camera prima di aggredire la madre

Dalle prime ricostruzioni del caso, pare che la ragazza di 14 anni abbia rinchiuso in camera le due sorelle di quattro e 16 anni prima di spostarsi verso la cucina dove si trovava la mamma. Qui si sarebbe armata di un coltello e avrebbe colpito la madre con un fendente diretto alla gola. Il compagno della trentacinquenne non si sarebbe accorto di nulla perché pare che in quel momento stesse riposando. Sarebbe stato svegliato dalle urla di dolore della donna in seguito all'aggressione da parte della figlia. L'uomo ha quindi contattato il personale sanitario che, una volta sul posto, ha trasferito d'urgenza la vittima all'ospedale di Lodi.

Qui è stata medicata e non risulta in pericolo di vita.

La giovane dopo l'aggressione è scappata di casa. I carabinieri hanno subito fatto partire le ricerche, anche perché vi era il timore che la giovane potesse commettere un atto di autolesionismo. Quando l'hanno rintracciata in via della Granona (a Miradolo Terme), i militari si sono accorti che l'adolescente vagava in strada in evidente stato di choc e agitazione.

La quattordicenne è stata fermata con l'accusa di tentato omicidio aggravato e, dietro disposizione della Procura dei minori di Milano, è stata portata al carcere minorile Beccaria dove è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Dalle prime indagini gli investigatori hanno appreso che né la studentessa né i suoi familiari hanno precedenti con la giustizia.

Stando alle testimonianze raccolte finora, pare che la ragazza che ha accoltellato la madre sia sempre stata una brava studentessa, con un buon rendimento scolastico. Intanto sono stati effettuati i primi rilievi nella casa in cui è avvenuto il tentato omicidio per fare chiarezza sulla dinamica dei fatti. Inoltre le forze dell'ordine stanno cercando di risalire al movente dell'aggressione che al momento è ancora ignoto.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!