Negli scorsi giorni in Italia è arrivata la prima "casa avanzata" per i ciclisti. La soluzione è stata adottata a Riccione, in prossimità dell'incrocio semaforico posto tra via Castrocaro e via Romagna, e dovrebbe garantire una maggior sicurezza agli utenti della strada su due ruote.

La casa avanzata consiste in una linea di arresto che permette ai ciclisti di sostare davanti alle auto

Ma in che cosa consiste esattamente la 'casa avanzata'? È una linea segnaletica di arresto orizzontale, all'interno della quale i ciclisti devono sostare in attesa del semaforo verde.

La grande novità è che la linea (che a Riccione è stata dipinta con il colore blu) è collocata davanti alla striscia di stop destinata alle auto.

Ciò permette dunque ai ciclisti di sostare davanti agli automobilisti, in una posizione ben visibile: questo dovrebbe garantire una maggiore sicurezza, specie nei casi in cui vi siano ciclisti che devono svoltare a sinistra. Questa manovra, infatti, risulta essere spesso decisamente pericolosa e complicata, specie se ci si trova su una ciclabile o sulla parte destra della carreggiata.

A commentare l'installazione della linea è stata Lea Ermeti, assessore comunale ai Lavori Pubblici e Ambiente, la quale ha tenuto a sottolineare che ne verranno installate altre, in incroci ancora da individuare.

Inoltre,Ermeti ha voluto anche far notare come tale misura possa rappresentare anche un ulteriore incentivo alla mobilità sostenibile.

Regole di comportamento per i ciclisti e gli altri utenti della strada

Ma che comportamento devono tenere i ciclisti e gli automobilisti qualora si trovassero di fronte a una di queste case avanzate?

I ciclisti, se il semaforo è rosso e devono proseguire dritti, dovranno attendere il verde posizionandosi al centro o leggermente a destra della casa avanzata: in questo modo, infatti, saranno più visibili, potranno ripartire subito e non dovranno respirare gas di scarico. Se invece si deve svoltare a sinistra, il ciclista dovrà impegnare la casa avanzata posizionandosi a sinistra: in questo modo sarà visibile e potrà effettuare la manovra in modo più agevole.

Se invece ci si trova a guidare una macchina e si è dietro la casa avanzata, allora sarà necessario far attenzione a non invadere lo spazio destinato alle biciclette. Tale obbligo, ovviamente, è presente non solo per le auto, ma anche per tutti gli altri mezzi a motore che non siano biciclette o monopattini elettrici.

La casa avanzata è una delle novità introdotte dal Decreto Crescita nel Codice della Strada: la cittadina romagnola ha accolto tale strumento in via sperimentale, ma è molto probabile che presto venga adottata anche in numerosi altri centri italiani.