Sabrina Ferilli ha deciso di esprimere il proprio pensiero in merito alle nuove decisioni del primo ministro ungherese Viktor Orban in merito all'aborto. In Ungheria, le donne, prima di abortire, verranno obbligate ad ascoltare il battito cardiaco del feto. La nota attrice italiana non è stata d'accordo con questa scelta, schierandosi apertamente contro sui social affermando: "La donna continua comunque ad essere l'individuo al quale sono rivolte più forzature ed umiliazioni - ha scritto l'attrice - La nostra utilità è solo nel procreare. Come un mammifero qualsiasi.

Ma se decidi di prenderti in mano la tua vita, di fare scelte autonome che escono fuori dalle direttive della società, che sono ancora ridotte a moglie e madre... Sono ca**i'.

L'Ungheria vuole disincentivare gli aborti

L'Ungheria si è posta l'obiettivo di disincentivare gli aborti. La scelta di Viktor Orban sta facendo il giro del mondo. In particolare, da ieri, giovedì 15 settembre 2022, prima di abortire, le donne dovranno ascoltare il battito del cuore del feto come prova evidente delle sue funzioni vitali. La decisione del paese europeo appare abbastanza controversa e non sono mancati i personaggi appartenenti al mondo dello spettacolo che si sono apertamente schierati contro questa scelta.

Fra loro troviamo l'attrice italiana Sabrina Ferilli. La 58enne di Roma è sbottata sul proprio account ufficiale Instagram non risparmiando parole molto dure. Secondo la showgirl la donna prosegue ad essere rappresentata come l'individuo l quale vengono rivolte sempre umiliazioni e forzature. Le parole di Ferilli stanno facendo il giro del web ricevendo l'appoggio totale da parte di tutti.

La rabbia di Sabrina Ferilli

L'attrice romana ha proseguito con il proprio sfogo sul suo account ufficiale Instagram: "Siamo addirittura arrivate alle torture del 2.000 come l'Ungheria chiede... Ogni giorno ci tolgono qualcosa - continua Ferilli - ogni giorno un'umiliazione in più, meschinamente, nel mondo e da noi. Politici femmine e maschi muti ed inermi.

Che orrore. Che pena". Una presa di posizione che si inserisce nel solco delle recenti polemiche sull'aborto scatenate anche dalle recenti dichiarazioni di Giorgia Meloni, che ha recentemente difeso Orban [VIDEO] dopo le critiche dell'Unione Europea sull'operato del leader ungherese e che durante un comizio elettorale a Genova ha detto: "Vogliamo dare il diritto alle donne che pensano che l'aborto sia l'unica scelta che hanno, di fare una scelta diversa. Non stiamo togliendo un diritto ma aggiungendolo".