Nel Catanese un canadair impegnato nelle operazioni di spegnimento di un vasto incendio boschivo in località Calcinera, zona Sud del Comune di Linguaglossa in provincia di Catania è infatti precipitato dopo essersi schiantato alle pendici del vulcano "Etna".

Il Canadair 28 dei vigili del fuoco era partito da Lamezia Terme e aveva fatto da poco rifornimento in mare, nelle vicinanze di Giarre, per poi riprendere l'operazione di spegnimento dell'incendio in corso, quando è avvenuto l'incidente. Lo schianto è stato seguito da un'esplosione cui ha fatto seguito un imponente rogo.

Sul posto sono già presenti i vigili del fuoco che insieme ad una squadra degli esperti Speleo alpino fluviale e alla forestale stanno eseguendo le ricerche per recuperare i corpi dei due piloti a bordo del velivolo al momento dell'impatto.

La ricostruzione dei fatti

L'incidente sarebbe accaduto tra le 15:30 e le 16:00 di ieri: impegnato nell'opera di spegnimento di un incendio e subito dopo aver fatto rifornimento all'altezza di Giarre, il veicolo ha urtato con un'ala il costone della montagna, circostanza che ne ha determinato la caduta e la successiva esplosione. A bordo, due i membri dell'equipaggio (pilota e copilota) i cui corpi non sono ancora stati ritrovati. I piloti provengono dalla società Babcock Italia, multinazionale leader nelle operazioni aeree di soccorso che a maggio 2022 ha ottenuto il rinnovo del contratto da parte del Dipartimento dei vigili del fuoco del Ministro dell'Interno relativo alla gestione della campagna "antincendio boschivo" fino al prossimo dicembre 2024.

Sul luogo dell'impatto, come già accennato, sono presenti i vigili del fuoco con una squadra (Saf) Speleo alpino fluviale, specializzata nel recupero dei feriti e dei corpi in luoghi impervi, e un elicottero "Drago 46" che dall'alto coordina le operazioni di recupero oltre che il personale sanitario del 118 e i militari dell'arma dei Carabinieri.

"Sono molto dispiaciuto e rammaricato per quanto accaduto oggi, le mie squadre hanno visto precipitare il canadair, poi il fumo e infine l'esplosione" ha dichiarato il capo della Protezione Civile regionale della Sicilia Salvo Cocina - L’aereo è completamente distrutto. Ci sono state diverse esplosioni dopo lo schianto, ora i vigili del fuoco stanno cercando i due piloti che sono della società Babcock che fornisce il servizio dei Canadair in Italia".