Gli antipasti rappresentano il piatto di apertura per ogni buon pranzo che si rispetti. Esistono degli antipasti semplici freddi oppure più elaborati e caldi, di solito la fantasia nel preparare queste leccornie la fa da padrona in cucina.

I canestrelli di patate sono dei semplici "contenitori" a forma di fiore o di nido, adatti per servire in tavola in un modo raffinato delle verdure cotte al burro o anche dei semplici pisellini al prosciutto. Si possono utilizzare queste forme di patate per guarnire anche un piatto di carne o di pesce. Essi sono belli da vedere e buoni da mangiare, ideali da portare in tavola prima di un pranzo sontuoso.

I canestrelli di patate si possono tranquillamente abbinare a una birra chiara (come una Leffe) oppure a dei vini più sofisticati (come il Lacryna Christi). Si tratta di solito di un piatto molto coreografico, che soddisfa però appieno il palato dei commensali.

Di questa prelibatezza esistono davvero molte varianti, tutte con l'apporto di carni pregiate o di macedonie di verdure. Di seguito andiamo a proporre la versione più accattivante da presentare in tavola.

Ingredienti

Quantitativi per 4 persone

Tempo di preparazione 1 ora

Tempo di cottura 30 minuti

  • 4 patate lunghe a forma cilindrica e abbastanza regolari
  • 300 gr di piselli sgranati
  • 300 gr di carote novelle a dadini
  • 100 gr di burro
  • 1 dado vegetale
  • olio per friggere
  • sale

Preparazione

Per prima cosa occorre sbucciare le patate, smussarle tutte attorno e tagliarle a rondelle sottili, poi asciugarle bene in un telo.

Cuocere i piselli in poca acqua, dove occorre sciogliere il dado, poi si deve scolarli al dente.

Cuocere le patate nel burro, salarle e quasi a fine cottura, aggiungerei i piselli e lasciarli insaporire. Intanto che le verdure cuociono è il momento di disporre sul fondo dello speciale attrezzo (una specie di doppio cestino di filo di ferro, sostenuto da un doppio manico molto lungo e fornito di anello mobile che li tiene uniti) una fetta di patata e poi collocare tutto attorno altre fette di patate, sovrapponendole leggermente, in modo da simulare la forma di un fiore.

Richiudere sulle patate l'altro cestino più piccolo, in modo che esse rimangano ferme e bloccare i due cestini con l'apposito anello. Mettere al fuoco l'apposita casseruola con abbondante olio e immergervi, quando l'olio sarà ben caldo, l'attrezzo; scolarlo quando le patate saranno ben calde e dorate.

Poi si deve aprire il cestello, sfilare il canestrello di patate e riempirlo con la macedonia di verdure cotte.

Per confezionare il nido occorre tagliare le patate a paglia e sistemarle nel cestello più grande, chiudere l'attrezzo e immergerlo come detto prima nell'olio bollente. Guarnire il nido sempre con le verdure. Portare in tavola a temperatura ambiente.