È ai nastri di partenza il nuovo progetto Borse lavoro della Fondazione Crt, che attiverà tirocini presso imprese e laboratori italiani di eccellenza per i ragazzi che si diplomano in questo anno scolastico 2012/2013 negli Istituti del Piemonte e della Valle d'Aosta. Realizzato in collaborazione con l'Associazione Rete Italiana di Cultura Popolare. Il bando per la partecipazione è attivato entro la fine di giugno.

Il progetto Borse lavoro è finalizzato all'attivazione di borse di tirocinio per neodiplomati piemontesi e valdostani e il suo scopo consiste nella realizzazione di azioni policulturali per la valorizzazione e la riproposizione delle culture popolari e dei rituali sociali, antichi e moderni.

Questi ultimi rendono esplicito l'ideale alla base della creazione di un polo d'attenzione per la Cultura Popolare: la memoria è collettiva quando costituisce un sistema vitale e riconosciuto dalla comunità umana.

Le borse di tirocinio sono, infatti, finanziate grazie al raddoppio da parte della fondazione bancaria dei ricavati della cena conclusiva dell'edizione 2013 del Festival della Cultura Popolare che si è svolta domenica 9 giugno alle Officine Grandi Riparazioni di Torino.

Il progetto si pone quale ponte tra scuola e lavoro: 6 mesi di tirocinio retribuito in aziende e laboratori italiani per promuovere e sviluppare le abilità e le competenze professionali dei giovani favorendone l'inserimento; creare opportunità di formazione al fine di ampliare e sviluppare l'adattabilità anche nella prospettiva di successive possibilità di occupazione; promuovere l'attenzione dei giovani nei confronti delle eccellenze presenti sul territorio italiano.

I migliori video del giorno

Sul sito della Crt entro fine mese è pubblicato il bando rivolto a tutti i neodiplomati presso gli istituti secondari superiori con sede in Piemonte e in Valle d'Aosta. I partecipanti devono avere conseguito il diploma alla conclusione dell'anno scolastico 2012/2013 e non devono avere più di 20 anni.