Nella nostra vita il raggiungimento dei 50 anni di età è una tappa importantissima, un traguardo parziale della nostra esistenza raggiunto con soddisfazione. Un importante traguardo sicuramente anche per Georgios Kyriacos Panayiotou, in arte George Michael.

Il cantante britannico, di chiare origini greche, ha spento mercoledì 25 giugno le 50 candeline. Un artista musicalmente completo, capace di spaziare in moltissimi generi musicali: pop, soul, rock, non c'è genere che la sua voce, dolce ed avvolgente, abbia affrontato senza successo. Un successo però troppo spesso minato da una vita di alti e bassi, da problemi personali e con la giustizia che ne hanno, inevitabilmente, offuscato la lucentezza di una delle voci più belle dell'intero panorama musicale.

Lo dicono i numeri, visto che in giro per il mondo George Michael ha venduto milioni e milioni di dischi.

George Michael si rende noto al grande pubblico, quando nel 1980 insieme ad Andrew Ridgeley fonda gli Wham! Da lì in avanti iniziò l'ascesa di una grande pop star e di un gruppo che ha inevitabilmente segnato la storia musicale di quegli anni, grazie a canzoni molto orecchiabili e commerciali quali: Wake me up before you go-go, Club Tropicana, Last Christmas e tanti altri successi che sono rimasti nei cuori dei fans sparsi in giro per il globo.

Nel 1986 la band si scioglie, e George inizia la sua carriera da solista dopo aver fatto le "prove" nel 1984 con il singolo Careless Whisper scritto a quattro mani con il meno famoso componente degli Wham. La sua produzione musicale è notevole, nascono in serie capolavori romantici come: A different corner, Kissing a Fool, Praying for time, Cowboy and Angels, Jesus to a child, Older e tanti altri successi.

I migliori video del giorno

Duetta con star con grandi star, da Aretha Franklin a Luciano Pavarotti, passando per Stevie Wonder ed Elton John. E' proprio "Older", disco del 1996, che viene considerato come il suo più grande capolavoro.

Forse è proprio l'alterna corrente con la quale ha brillato George Michael, con le sue risalite e cadute vertiginose, che  sicuramente non avranno fatto bene alla sua vita personale, ma probabilmente ne hanno agli occhi dei più aumentato la popolarità. Il cantante britannico non deve essere noto al grande pubblico per le sue vicende private, ma per il suo talento che lo ha reso una delle più grandi pop star degli ultimi decenni. Ora, a 50 anni, la sua ascesa può continuare: in arrivo c'è un nuovo album al quale sta lavorando.