Tutte le prove della maturità sono importanti e tutte sono difficili più o meno allo stesso modo. Dobbiamo ammettere però che la seconda prova dell'esame di stato è senza dubbio una delle prove più temute. Andiamo insieme a scoprire allora alcuni piccoli segreti per riuscire a superare la seconda prova della maturità 2013 nel miglior modo possibile.

Pensare che solo lo studio infatti vi aiuti in questa prova è sbagliato, lo studio è fondamentale ma è importante anche riuscire a mantenere alta la concentrazione e l'attenzione ed è importante riuscire a mantenere i nervi saldi. Forse non lo sapete ma sono infatti davvero molti gli errori in cui anche gli studenti più bravi possono cadere se vengono presi dall'ansia e dallo stress.

Ecco i consigli che ci sentiamo di dare a tutti voi studenti:

  1. Cercate di capire alla perfezione la domanda che vi viene posta. Leggetela e rileggetela più volte prima di dare una risposta, in questo modo sarete certi di riuscire a centrare bene l'argomento.
  2. Sono molti gli strumenti che vengono offerti agli studenti durante la maturità come le calcolatrici ad esempio oppure i vocabolari, tutti strumenti che dovete assolutamente utilizzare in modo da evitare gli errori più banali.
  3. Lasciate la fretta e il panico a casa. È molto importante cercare di non farsi prendere dalla furia, una vera e propria nemica durante gli esami di maturità. Il modo giusto allora per affrontare la seconda prova è cercare di crearsi una sorta di tabella di marcia in modo da suddividere il tempo adeguatamente per ogni quesito a cui dovete rispondere. Anche il panico è un vero e proprio nemico, se sentite che si sta avvicinando cercate di fare un bel respiro e di rilassarvi.
  4. La trascrizione in bella copia non deve essere sottovalutata, vi offre infatti la possibilità di andare a caccia di errori. Prima di iniziare concedetevi allora qualche minuto per respirare a fondo e per distrarvi, liberate insomma la mente in modo che gli errori risaltino subito agli occhi.