La maturità 2013 si avvicina, e gli studenti sono alle prese con la preparazione della tesina, un lavoro che deve raggruppare le materie di studio sotto un unico filo conduttore interdisciplinare.

Un compito interessante per molti, uno scoglio insuperabile per molti altri: ecco perchè ben il 40% dei ragazzi si dichiara disposto a pagare per avere un lavoro già fatto da qualcun altro.

Il dato emerge da un recente sondaggio di Skuola.net, un sito che offre appunto consulenza per la preparazione agli esami di maturità. Pagare per la tesina, quindi: ma quanto? Il 15% degli studenti sarebbe disposto a spendere più di 30 euro.

Uno su 10 fissa il prezzo ideale tra i 10 e i 30 euro, e altrettanti vorrebbero spendere meno di 10 euro

Il 60% degli studenti, invece, preferisce cavarsela da solo. Ma cerca comunque l'ispirazione sul web, come testimoniano le oltre 600 mila visite dell'ultimo periodo al portale Skuola: tantissimi i ragazzi che danno una sbirciatina, magari prendono spunto per argomento o collegamenti dalle tesine presenti, e poi costruiscono il loro lavoro in autonomia. 

Tra i temi più gettonati per la tesina, il portale segnala al primo posto il sogno, al secondo la follia, al terzo il razzismo. Seguono, nell'ordine, l'amore, la libertà, la donna e il viaggio.

Per una maggiore originalità, un consiglio utile può essere quello di prendere spunto dalle proprie passioni (anche la musica, o lo sport, possono essere un buon punto di partenza) o da argomenti trattati nei programmi scolastici che hanno interessato maggiormente.