La Presidente della Camera Laura Boldrini, durante un convegno alla Camera del Lavoro a Milano, ha affrontato un tema spinoso e, forse per alcuni, quasi impopolare, sul ruolo della donna nel mondo del lavoro.

L’esordio è stato quello di esprimere parere favorevole alla scelta della presidente della Rai Tarantola, di non trasmettere quest’anno la kermesse “Miss Italia”.

La Boldrini la definisce una scelta apprezzabile e coraggiosa, ma anche moderna e civile e rispettosa della donna, in tempi in cui il corpo della donna viene costantemente esposto, in quella che è diventata una società dell’apparenza, dell’apparire senza valorizzare quelli che sono gli innegabili talenti della donna.

L’auspicio sarebbe quello che anche le altre televisioni prendessero decisioni in tal senso, ridimensionando tutti i vari programmi che mostrano alle nostre adolescenti quanto sia facile arrivare al successo.

Laura Boldrini ha ricordato anche che la trappola dell’apparire costringe sempre più le donne a ricorrere alla chirurgia estetica e questo spersonalizza ancora di più il rapporto con se stesse e con l’ambiente che le circonda.

Concorsi come “Miss Italia” e i vari spot pubblicitari da cui siamo bombardati mercificano il corpo della donna, falsando quella che è la loro reale natura.

Numerose sono state le reazioni a queste dichiarazioni: Patrizia Mirigliani, figlia del patron storico di Miss Italia, ricorda che il concorso permette da 74 anni a tante ragazze italiane, né mute, né nude, di avere visibilità e di poter lavorare nel mondo della moda, del cinema, dello spettacolo e della Televisione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

Fiorello ritiene le critiche a miss Italia ipocrite e snob e ben più gravi e vergognose le cose fatte dai nostri politici e trasmesse senza censura dai nostri tg.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto