Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca, Maria Chiara Carrozza, ha firmato il Decreto Ministeriale che prevede, per l'anno accademico 2013/2014, la concessione di borse di studio per mobilità a studenti meritevoli e capaci, pari a 5.000 euro annui, immatricolatisi in un corso di laurea triennale o magistrale a ciclo unico in una Regione diversa dalla propria, conformemente a quanto predisposto col Decreto del Fare.

L'obiettivo della legge è sostenere, per l'intera durata del corso di studi universitario, un certo quantitativo di studenti capaci, meritevoli e privi di mezzi che intendono immatricolarsi nell'anno accademico 2013/14 in Università statali e non statali con esclusione delle Università telematiche, collocate in regioni diverse a quella di residenza.

Per poter beneficiare della borsa di studio di mobilità è necessario avere superato la maturità in Italia nell'a. s. 2012/13 con punteggio di almeno 95/100 e per gli anni successivi mantenere performance negli studi universitari di livello alto.

Gli studenti che abbiano i requisiti richiesti possono presentare la domanda entro il 26 settembre p.v. in modalità on line attraverso il portale di Universitaly.

La graduatoria unica nazionale verrà formulata mediante l'attribuzione di un punteggio massimo pari a 10 punti, attribuito tenendosi conto dell'ISEEU 2012 (fino ad un massimo 6 punti) e del voto di diploma (fino a un massimo 4 punti per i diplomati con 100 e lode).

La graduatoria sarà pubblicata il 30 settembre p.v., l'immatricolazione andrà perfezionata presso l'Università prescelta entro il 14 ottobre indicando la scelta definitiva dell'Università e del corso di studi entro il 17 ottobre usando la procedura on line e consegnando all'Università la certificazione dell'ISEEU 2012.

I migliori video del giorno

Per gli studenti alle prese con i test per l'accesso ai corso a numero programmato a livello nazionale (Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura) la scadenza slitta a dopo l'esito delle verifiche rispetto a quanto dichiarato dagli studenti nella domanda, con l'erogazione della borsa di mobilità direttamente da parte delle Università.

Per mantenere la borsa negli anni successivi, gli studenti dovranno continuare a studiare in Ateneo di residenza al di fuori della Regione di appartenenza e conseguire, entro la fine di ottobre di ciascun anno, almeno il 90% dei crediti formativi previsti dal piano di studi con una media dei voti almeno pari a 28/30 e non riportando alcun voto al di sotto dei 26/30. Ciascuno studente beneficerà complessivamente di una borsa pari a 15.000 euro in caso di lauree triennali, 25.000 euro per le lauree magistrali a ciclo unico 5 anni e 30.000 euro lauree magistrali a ciclo unico di 6 anni.

Una bella notizia per i studenti meritevoli che non hanno i mezzi per iscriversi Università fuori e continuare i propri studenti perché appartenenti a famiglie con disagi economici.