Risale a meno di una settimana fa una notizia inaspettata: la rinuncia al ruolo di Christian Grey da parte di Charlie Hunnam per l'adattamento cinematografico del best-seller più amato del 2012, 50 Sfumature di Grigio. Una rinuncia che ha spiazzato tutti. Un addio ad un ruolo ambitissimo per un film che milioni di fan attendono con trepidazione. La notizia è stata ufficialmente divulgata dalla Universal che motiva la decisione dell'attore con l'impossibilità dello stesso di prepararsi bene per la parte a causa degli impegni sul set della serie "Sons of Anarchy". 



Motivazioni che, comunque, non convincono molti. Sembra infatti, secondo una dichiarazione di una fonte vicina all'attore a People, Charlie Hunnam non voleva diventare il nuovo Robert Pattinson, nel senso che non voleva che gli fosse affibbiata un'etichetta, né voleva ricevere ricevere quel tipo di attenzione mediatica.





E dopo il clamoroso annuncio di Hunnam, sembrerebbe che anche Dakota Johnson potrebbe decidere di abbandonare il cast di "50 Sfumature di Grigio".  La ragione? Secondo le ipotesi e i rumors circolanti sul web, la figlia di Melanie Griffith sembra voler dire addio al suo primo ruolo veramente importanti a causa delle pressioni dei media e del pubblico.



E se in tutto ciò ci fosse lo zampino dei fan? I fan, infatti, non hanno mai digerito veramente la scelta dei due attori per l'interpretazione di Christian Grey e Anastasia Steele. Da ciò sono scaturite innumerevoli critiche sul web e infinite petizioni per trovare alternative a Hunnam e Johnson. Che sia questo il motivo scatenante?