Come tutti sanno appena un mese fa, il 15 ottobre 2013, è uscito il nuovo album di Elisa, dal titolo "L'anima vola", e, come era prevedibile, ha raggiunto ben presto la vetta delle classifiche.

Il 6 dicembre scorso, attraverso la sua pagina Facebook, Elisa aveva comunicato ai suoi fan il rinvio della pubblicazione del suo nuovo album, attesissimo, anche perché il primo interamente in italiano. Il motivo? La cantautrice friulana era in attesa del suo secondo figlio.

Sulle pagine del settimanale Visto, uscito in edicola oggi, venerdì 15 novembre 2013, la cantante di Staranzano (Monfalcone) spiega come il progetto del suo nuovo album sia nato tre anni fa, quando si è "chiusa in un vecchio casolare" per cercare la dovuta ispirazione.

Dice di aver accumulato molto materiale, rimasto poi del tutto inutilizzato.

La vera ispirazione per il nuovo disco le è venuta tutta in "una ventina di giorni nell'autunno 2012". Poi, come detto, la gravidanza ha allungato i tempi di uscita del disco. Lo scorso 20 maggio Elisa ha dato alla luce Sebastian, avuto con il suo compagno Andrea Rigonat, chitarrista e suo produttore.

Racconta come il suo parto sia avvenuto nell'acqua, e coglie l'occasione per ringraziare ancora una volta il dipartimento materno infantile dell'Ospedale San Polo di Monfalcone, che segnala come un chiaro esempio di come, attraverso l'impegno e la professionalità, si possano raggiungere anche in Italia alti livelli di efficienza.

Elisa parla anche della crisi che sta vivendo il nostro Paese e dice di essere molto preoccupata, soprattutto da mamma, perché quella di oggi è "una società ingiusta".

I migliori video del giorno

Ma per lei l'Italia resta pur sempre "una pagina bianca, su cui c'è ancora molto di bello da scrivere". E cita l'arte, la musica, la letteratura, come un viatico per "renderci tutti migliori".