''The Butler - Un maggiordomo alla Casa Bianca'' è uscito nelle sale italiane dal 1 gennaio 2014, mentre era già nei Cinema americani dal 16 agosto 2013. Il film dura 113 minuti, è diretto dal regista Lee Daniels e realizzato in Louisiana (Stati Uniti). In Italia è distribuito da Videa CDE.

Davvero intrigante conoscere la storia di questo maggiordomo di colore, esistito anche nella vita reale col nome di Eugene Allen, che riesce a stare a stretto con gli uomini più potenti degli Stati Uniti (e quindi anche del mondo) per quasi mezzo secolo di storia. Forest Whitaker è magistrale nella sua interpretazione, un artista che si fa sempre apprezzare sia che si tratti di telefilm come ''Criminal Minds, suspect behaviour'' (spin-off in cui Whitaker fa il capo di una squadra speciale) che in lungometraggi come ''Panic Room'', ''Repo Men'', ''In Linea con l'Assassino''.

Il film viaggia per tutta la sua durata su due binari: il primo è dato dall'ascesa professionale di Cecil Laines, che passa in un sol decennio da essere un semplice sguattero di bottega a maggiordomo della Casa Bianca al servizio di ben sette Presidenti diversi; l'altro binario, invece, parallelo alla vita di Laines, è rappresentato dall'assurda, illogica e problematica vita degli afro-americani, a cui venivano negati normali diritti civili e su cui era in atto una vera e propria ghettizzazione. Nel film si discute verso la fine anche dell'elezione di Barack Obama, il quale inviterà il maggiordomo alla Casa Bianca. Questi episodi sono presi in considerazione anche dal punto di vista del primogenito di Cecil, Louis, che prenderà parte a svariate associazioni di protesta, quali quelle ispirati dapprima da Martin Luther King e successivamente da Malcolm X.

Eccellente la scelta degli interpreti per impersonificare i vari Presidenti Usa: si comincia con Robin Williams nei panni di Eisenhower a John Cusack per Nixon, James Marsden per lo sfortunato Kennedy e Alan Rickman per il rivoluzionario Reagan, ecc. Come accennato, sullo sfondo di tutta la carriera di Laines (Whitaker) come fedele, rispettoso e impeccabile cameriere a fianco a fianco con i più grandi Capi d'America impegnati a prendere vitali decisioni di caratura planetaria, viene mostrata la vita privata e familiare del protagonista, sposato con una fiera e valorosa donna di colore, Gloria (intepretata dalla vulcanica Oprah Winfrey), e alle prese con due figli che faranno scelte di vita azzardate e rischiose tra guerre e proteste.


Sottolineamo che soprattutto a inizio film sono presenti scene molto crude, sempre ai danni degli afro-americani, all'epoca di quando Laines (Whitaker) era bambino. Quindi preparatevi a dover vedere anche molte ingiustizie. Ma ne vale davvero la pena, la pellicola rappresenta una carrellata su una vera storia ''a stelle e strisce''.