Puntuale, come l'arrivo della primavera, per il ventiduesimo anno tornano le Giornate di Primavera organizzate dal FAI, il Fondo per l'Ambiente Italiano.

Nel prossimo fine settimana, il 22 e 23 marzo, saranno 750 i siti italiani che saranno aperti alla visita, con offerta libera che il FAI utilizzerà per il recupero e la manutenzione di luoghi di straordinario valore spesso dimenticati.

Nelle precedenti ventuno edizioni, si calcola che siano stati 7 milioni gli italiani che hanno approfittato di questa occasione per riscoprire tesori sconosciuti, recuperati dall'incuria, spesso inaccessibili.. Quest'anno si calcola che se ne possano aggiungere altre 600.000, grazie al lavoro dei 7.000 volontari dell'associazione e al coinvolgimento di 22.000 studenti che illustreranno ai visitatori le particolarità storico-artistiche dei monumenti.

Le giornate di Primavera del 2014 sono dedicate all'imperatore Augusto, con lo scopo di metterne in risalto l'opera di rifondazione dell'impero romano, grazie anche al mecenatismo nei confronti dell'Arte.

Saranno 120 i siti contribuiranno a tracciare la storia e l'opera dell'imperatore romano, attraversando l'Italia dall'Arco romano di Aosta al Parco archeologico della Neapolis di Siracusa e passando da Roma dove saranno visitabili il Mausoleo, il Teatro di Marcello e il Foro.

Le iniziative. Difficile selezionare tra i luoghi che saranno oggetto dell'iniziativa del FAI quelle di maggiore interesse, ma un posto d'onore merita indubbiamente l'Abbazia di San Fruttuoso di Camogli, in quanto simbolo della preziosa opera di recupero svolta da FAI, dove è previsto anche un evento alla scoperta della vita notturna dell'avifauna del Parco di Portofino che circonda l'Abbazia.

I migliori video del giorno

Sul sito del FAI è consultabile l'elenco completo, regione per regione, dei siti visitabili, tra i quali sono state selezionate alcuni luoghi eccezionalmente aperti ai visitatori per l'occasione.

Aree archeologiche, percorsi naturalistici, borghi, giardini, chiese, musei, castelli che, in occasione del primo fine settimana di primavera, saranno a disposizione di tutti i cittadini che desiderino visitarli.