Il 6 aprile il canale HBO trasmetterà il primo episodio della quarta stagione di Game of Thrones, conosciuta da noi come Il Trono di Spade. L'attesa dei fan, inutile dirlo, cresce a dismisura e si vanno moltiplicando le ricerche delle ultime notizie sulla Serie TV tratta dalla maestosa saga letteraria di George R. R. Martin.

Lungi dal fare rivelazioni e spoiler (chi ha anticipato le Nozze Rosse, scioccante "quasi" finale della terza stagione, starà ancora oggi scontando la giusta punizione), la curiosità verso la quarta stagione del Trono di Spade continua ad aumentare e cresce il desiderio di sapere come sarà il nuovo mondo ideato da Martin senza gran parte di quei protagonisti che hanno popolato le prime tre stagioni.

Il Trono di Spade 4: quando in Italia?

Forse molti di voi avranno la possibilità e la fortuna di vedere in diretta i nuovi episodi della quarta stagione di Game of Thrones prima che arrivino in Italia su Sky Cinema, ovvero qualche settimana dopo il 6 aprile, più presumibilmente a maggio. Tutti gli altri dovranno quindi aspettare ancora un po' prima di vedere quella che gli addetti ai lavori e i lettori della saga hanno annunciato come la migliore stagione finora prodotta grazie alla quantità di eventi che andranno ad accadere. Visto che l'attesa è tiranna (come il tempo, dopotutto sono parenti), ecco alcune cose che dovreste sapere sul Trono di Spade prima cimentarvi nella visione.

Il Trono di Spade: quante stagioni ci saranno?

La quarta stagione del Trono di Spade sarà quella di mezzo: a quanto hanno affermato gli showrunner della serie, David Benioff e Dan Weiss: Game of Thrones si comporrà infatti di 7 stagioni.

I migliori video del giorno

Numero perfetto e simbolico, che rimanda anche ai 7 regni e ai 7 dei, ma anche ai 7 libri che compongono la serie letteraria "Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco" di Martin. HBO ha poi rincarato la dose, lasciando intendere che, se sarà il caso, la serie terminerà dopo 8 stagioni. Staremo a vedere.

Il Trono di Spade: i timori di George R. R. Martin sulla serie

Specifichiamo: Martin non odia la serie e non teme che possa influire sulla qualità e il seguito della sua saga letteraria. Anche perché i due media e i due linguaggi sono differenti e i lettori dei libri non lo tradirebbero mai. I timori di Martin sono esclusivamente di natura ansiogena: lo scrittore inglese ha infatti paura che la serie tv superi il ritmo della sua scrittura e finisca prima del compimento della sua saga.

Iniziata nel lontano 1991, quella che doveva essere una trilogia si è trasformata infatti in qualcosa di molto più consistente e corposo, tanto da arrivare fino a 7 volumi. E mentre i fan attendono con pazienza l'uscita del sesto volume, Martin starebbe già pensando al settimo, che sarebbe appunto la conclusione.

Se Game of Thrones si rinnova di anno in anno, difficile che Martin possa concludere la saga letteraria prima che la serie tv finisca.

Come finisce Game of Thrones? C'è chi già lo sa

Martin a parte, anche i creatori della serie tv Game of Thrones sanno già come andrà a finire. Il che sembrerebbe quasi scontato e banale, ma non troppo, visto che una fine delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco ancora non esiste fisicamente e visto che molte serie di successo sono state pensate e iniziate senza che gli inventori sapessero bene come sarebbe finita, con risultati a dir poco disastrosi (ogni riferimento a "Lost" è puramente casuale). Dietro Il Trono di Spade c'è però George Martin, il quale, come avrebbero affermato gli stessi Benioff e Weiss, ha già detto loro come andrà a finire. Da qui i timori di cui sopra, ma anche la speranza per noi di vedere un finale di stagione che non sia deludente come molti altri. Se nella settima o nell'ottava stagione, lo scopriremo a tempo debito.