Ci sarà capitato di ascoltare alla radio delle canzoni di Giusy Ferreri, dove le parole ci inducevano a sognare, immaginare. Come quelle di "Novembre", dove lei difendeva le sue scelte e credeva nelle attese, dando fiducia al buio e passando poi alla luce, tra estranei che ostacolavano la sua rinascita. Una canzone che in un filmato, creato da un vee jay Oceanboy, ritraeva Giusy Ferreri che la cantava al funerale della Winehouse, due artiste molto differenti nel proprio percorso artistico, ma il paragone delle loro due voci, non è mai mancato.

La prima volta non si dimentica mai. Infatti i nostri ricordi corrono verso il 2008, quando ascoltammo la prima volta questa nuova voce a X Factor. Raggiunse la finale, arrivando al secondo posto cantando "Non ti scordar mai di me". Una canzone scritta da Tiziano Ferro insieme a Roberto Casalino che ha composto anche le musiche. Successivamente con questa canzone, vinse il disco d'oro e restò ai primi posti delle classifiche musicali per settimane.

Giusy Ferreri, non potremo mai dimenticarci di te, abbiamo aspettato. Tre anni sono passati e il tuo nuovo album è finalmente arrivato. Il titolo come un'ispirazione, "L'attesa", che contiene diversi inediti: "L'amore possiede il bene", come se ci dicessi che dopo tutti questi anni, non puoi allontanarti, vai avanti ma ci sei sempre vicino. Nel testo "L'anima", quasi un inno a non lasciare che i sensi, le nostre emozioni, non vengano abbandonate in mezzo al caos. In "Nessuno come te", c'è tutto il tuo amore per la musica, dove farai solo del bene a tutto ciò che era è resta importante per te.

In questo nuovo album "L'attesa" di Giusy Ferreri, c'è un musica magica che accompagna dei testi accattivanti. Al Festival di Sanremo 2014, ne abbiamo avuto un assaggio con "Ti porto a cena con me", classificandosi al nono posto. Ci sono parole come "Avrei voluto scriverti una lettera, anche se ormai si usa poco", che fanno da preludio ad una speranza: continua a scrivere queste lettere, che in realtà sono canzoni e noi le ascolteremo.